Belen Rodriguez al Festival del Peperoncino contro le polemiche sul cachet

Belen Rodriguez è stata la protagonista del Festival del Peperoncino di Diamante, in provincia di Cosenza, nelle vesti di 'piccante' madrina. Le polemiche dei giorni scorsi sul cachet di 60 mila euro chiesti dalla showgirl per la sua partecipazione alla manifestazione culinaria non si arrestano

da , il

    Belen Rodriguez al Festival del Peperoncino contro le polemiche sul cachet

    Belen Rodriguez al Festival del Peperoncino contro le polemiche sul suo cachet. La showgirl argentina è stata la protagonista della manifestazione culinaria di Diamante, in provincia di Cosenza, nelle vesti di “piccante” madrina. La conduttrice di “Tu si que Vales” è atterrata in Calabria con un elicottero privato e ha deliziato i presenti con la sua sensuale bellezza. Le critiche sulla cifra chiesta da Belen Rodriguez per partecipare al Festival però non si arrestano.

    Belen Rodriguez al Festival del Peperoncino

    Ogni giorno più bella❤️ #belen

    A post shared by Belén Cecilia & Jeremías❤️ (@belen.y.cecilia) on

    Dopo la brutta disavventura sull’aereo privato che ha portato il comandante ad effettuare un atterraggio di emergenza a Lamezia Terme, Belen è tornata in Calabria.

    La showgirl è stata la madrina ufficiale del Festival del Peperoncino di Diamante, e come accade di solito quando si tratta della bella argentina, la sua ospitata ha fatto notizia.

    Shorts e canotta nera, rigorosamente senza reggiseno, la Rodriguez ha attirato tutti gli sguardi dei presenti: la fidanzata di Andrea Iannone ha assaggiato le prelibatezze locali e in piazza ha spento le venticinque candeline della Festa del Peperoncino.

    Belen Rodriguez al Festival del Peperoncino per 60 mila euro

    Nelle scorse settimane c’è stata una grossa polemica riguardo la partecipazione di Belen a questo evento, perché si vociferava che avesse chiesto un cachet di 60 mila euro.

    Anche il Codacons si era mobilitato contro l’ospitata di Belen, pagata in parte dai fondi pubblici stanziati dalla Regione Calabria per il Festival specificando che tale somma sarebbe potuta essere utilizzata in modi migliori.

    “Riteniamo che un cachet da 60 mila euro per qualche minuto di apparizione sia un insulto allo stato puro nei confronti dei Calabresi, che andranno a subire una sorta di “furto con destrezza” tenuto conto della natura pubblica del finanziamento e considerato che i Calabresi – esattamente quelli che fanno ore ed ore di fila nei pronto soccorso – in nessun caso potrebbero tollerare che si possano pagare determinate somme per una comparsata di pochi minuti“, si leggeva nel comunicato Codacons.

    L’Accademia italiana del peperoncino, attraverso un post sulla sua pagina Facebook, aveva invece difeso la scelta di ingaggiare la Rodriguez.

    “Il cachet di Belen Rodriguez è meno della metà dei 60.000 euro di cui si parla. Allo stato dei fatti, se la Regione approverà il progetto e riconoscerà il cofinanziamento previsto, il 65 per cento del cachet di Belen sarà a carico della Regione e il 35 per cento a carico dell’Accademia. In pratica, per la Regione Calabria, un impegno inferiore a 19.000 euro“.

    Belen Rodriguez, le foto della showgirl