Dopo il caso Weinstein parla Jennifer Lawrence: Mi hanno spogliata e umiliata a un provino

Sulla scia delle confessioni di tantissime attrici e donne dello spettacolo molestate da Harvey Weinstein, anche Jennifer Lawrence decide di rivelare gli abusi subiti da ragazzina. Proprio all’inizio della sua carriera, racconta l’attrice, è stata profondamente umiliata da una produttrice.

da , il

    Dopo il caso Weinstein parla Jennifer Lawrence: Mi hanno spogliata e umiliata a un provino. Scoperchiato il vaso di Pandora sugli abusi subiti dalle donne nel mondo dello spettacolo, continuano le confessioni. Questa volta a parlare è Jennifer Lawrence, che sentendo parlare del caso Weinstein è tornata con la memoria indietro nel tempo, a quando anche lei subì una terribile umiliazione.

    Jennifer Lawrence: “Ecco come mi hanno umiliata”

    #jenniferlawrence

    A post shared by Jennifer Lawrence (@jenniferlawrencepx) on

    Sul palco di Elle Women in Hollywood, la splendida Jennifer Lawrence ha deciso di confessare la sua difficile esperienza avuta da giovanissima. Sulla scia delle tantissime donne dello spettacolo come Angelina Jolie, Asia Argento e Cara Delevingne che hanno subito molestie da parte di Harvey Weinstein, anche la star di Hunger Games ha raccontato ciò che le è accaduto.

    La Lawrence aveva appena 18 anni, quando ha esordito nel mondo del cinema. “Quando ero molto più giovane e ho iniziato a recitare, i produttori di un film mi hanno chiesto di perdere 15 libbre (poco meno di 7 chili, ndr) in due settimane”.

    A riprova di quanto sarebbe successo se non si fosse adeguata, la ragazza ha conosciuto un attore che è stato allontanato dal set per non essere riuscito a dimagrire velocemente. Ma non è certo finita qui: “Durante questo periodo una produttrice mi ha fatto stare in piedi nuda accanto ad altre cinque donne che erano molto, molto più magre di me” – ha spiegato Jennifer.

    “Eravamo una accanto all’altra con solo una protezione per coprire le parti intime. Dopo quel confronto degradante e umiliante, la produttrice mi ha detto che avrei dovuto usare quelle foto in cui ero nuda come stimolo per mettermi a dieta e perdere peso”.

    La giovanissima Lawrence ha chiesto dunque consiglio ad un altro produttore, ma la risposta l’ha lasciata di stucco: “Non capisco perché ti dicono che sei grassa, sei assolutamente scop***le”. Eppure l’attrice non ha avuto il coraggio di sporgere denuncia.

    Il desiderio di diventare qualcuno nel mondo del cinema era così forte da farle ingoiare il boccone amaro, e per lungo tempo è stata coinvolta in questo vortice di degrado e umiliazioni: “Ho lasciato che mi trattassero così perché ho sentito di doverlo fare per la mia carriera”.

    Purtroppo i segni di questa mentalità a cui ha dovuto far fronte sono ancora oggi difficili da cancellare: “Sto ancora imparando che non devo sorridere quando un uomo mi mette a disagio. Mi rendo conto solo adesso che ero in trappola”.

    Jennifer Lawrence, le foto dell'attrice