Fabri Fibra: “Marco Mengoni è gay e non lo dice”

da , il

    Fabri Fibra e Marco Mengoni

    È scoppiata la polemica tra i fan di Marco Mengoni e quelli di Fabri Fibra, a causa di alcune frasi cantante da quest’ultimo nella sua recente canzone “Non Ditelo”. Nel pezzo dell’ultimo album “Controcultura”, Fabri ha infatti affermato: “Secondo me Mengoni è gay ma non può dirlo perché poi non venderebbe più una copia”. Questa frase ha fatto scatenare una serie di polemiche da parte dei fan del cantante scoperto grazie ad X Factor. Immediata la nascita su Facebook di gruppi contro la canzone incriminata, tra i quali il gruppo per una “Raccolta firme contro la canzone ‘Non Ditelo’ di Fabri Fibra”.

    C’è chi parla addirittura di azioni legali nei confronti del rapper, che effettivamente ha usato dei toni piuttosto accesi contro l’orientamento sessuale di Mengoni.

    Quest’ultimo non ha ancora risposto in prima persona alle dichiarazioni del suo collega cantante italiano, ma sulla sua fan page è apparso il seguente messaggio: “Mi pare giusto assicurarvi che quello che è successo oggi non finisce qui, con la nostra rabbia e le risate di mercanti di merce scadente. State sicuri che prenderemo provvedimenti, per vie legali, con la civiltà che qualcuno, a quanto pare, non conosce”.

    Sul suo Facebook Fabri Fibra ha cercato di spiegare il suo punto di vista, partendo da un fondamentale presupposto: “Non sono Omofobo. […]Se Mengoni si è offeso, mi spiace, non era quella l’intenzione. L’intenzione era quella di convogliare l’attenzione su un mondo di finzione, che però non si può svelare perché se si svela, forse, poi non esiste più”.

    In effetti, che nel mondo dello spettacolo spesso il coming out è una mossa che comporta una grande dose di coraggio è vero, perché – come hanno spiegato alcuni attori come Rupert Everett e ad alcuni sportivi omosessuali– talvolta alcune porte si chiudono dopo un coming out. Ad ogni modo, se Marco Mengoni è gay o meno, credo siano solo affari suoi, e se un giorno vorrà fare coming out, come ha recentemente fatto il suo collega Ricky Martin, non sarà di certo il suo orientamento sessuale a determinarne il successo o meno, ma solo le sue qualità artistiche.