Festival di Sanremo 2012: Alessandro Siani e Sabrina Ferilli all’Ariston

da , il

    Alessandro Siani sanremo2012

    Proprio ieri abbiamo assistito alla quarta serata del Festival di Sanremo 2012, fra ospiti di tutto rispetto, prima fra tutti, la prosperosa Sabrina Ferilli, che durante la solita breve intervista fatta insieme al conduttore Gianni Morandi, ha detto la sua anche in merito allo show di Adriano Celentano! Quello del Molleggiato è stato uno show che ha diviso l’Italia (al pari dello scandalo della farfalla di Belen, che a distanza di giorni – incredibilmente – sta ancora facendo discutere il mondo del gossip, e addirittura anche quello della politica!). Ma cosa ne penserà la nostra Sabrina in merito alle questioni sollevate dal famoso artista?

    “Mi è piaciuto tantissimo Celentano, io avrei detto anche qualcosa in più”, ha dichiarato senza mezzi termini la Ferilli, che già in passato aveva espresso senza peli sulla lingua il suo parere in merito alla situazione che l’Italia ha attraversato, e sta continuando ad attraversare.

    Una considerazione anche in merito alla televisione italiana, che per Sabrina è davvero la migliore al mondo (peccato che più volte nella mia vita mi sia capitato di spegnerla del tutto, in assenza di programmi interessanti): ‘Per me la tv italiana è la migliore, faccio il confronto con l’estero… forse quello che manca è che non dà tanti strumenti alle persone per capire certe cose. Magari è un po’ implosiva, parla per mesi delle stesse cose’. (E ti pare poco, cara Sabrina?).

    Detto questo, è stata una serata all’insegna delle riflessioni quella andata in onda ieri sera, quando sul palco dell’Ariston abbiamo assistito allo show di Alessandro Siani (protagonista dei film ‘Benvenuti al Sud‘ e ‘Benvenuti al Nord‘)!

    Dopo aver parlato dell’Italia, delle differenze fra Nord e Sud, in un monologo tutto da ridere (qui sotto potete trovare il video), ha ricordato che … ‘Monti ha lasciato tutti in mutande e Belen è la dimostrazione che ce le hanno anche tolte. Mazza Mazzi, mi appello ai vostri cognomi: fatela tornare’. Sante parole Alessandro!