George Clooney papà: Per i gemelli piango quattro volte al giorno

Da scapolo incallito a papà amorevole e marito devoto: George Clooney in questi mesi ha subito una trasformazione sostanziale. L'attore ha ammesso di piangere almeno quattro volte al giorno per la stanchezza da quando sono nati i gemelli Ella e Alexander. Diventare papà a 56 anni non è proprio un gioco da ragazzi e George lo sa bene

da , il

    George Clooney papà: Per i gemelli piango quattro volte al giorno

    “Per i gemelli piango quattro volte al giorno”: George Clooney papà è quasi irriconoscibile. Da scapolo incallito a papà amorevole e marito devoto: George Clooney in questi mesi ha subito una trasformazione sostanziale. E’ lo stesso attore di Hollywood ad ammettere il suo radicale cambiamento e ad essere sincero sulla difficoltà di diventare papà a 56 anni di due bebè.

    George Clooney papà piange per la stanchezza

    Diventare papà a 56 anni non è proprio un gioco da ragazzi e George Clooney lo sa bene. L’attore è tornato a parlare di come sia cambiata la sua vita dalla nascita dei gemelli Ella e Alexader.

    Durante la sua estate a Villa Oleandra sul Lago di Como, infatti, George Clooney è apparso più volte provato dalle notti insonni.

    “Non piangono, piango più io di loro”, ha confessato il divo ai giornalisti al Toronto Film Festival. “Io piango quattro volte al giorno, perché sono così stanco”.

    “Tutti i miei amici hanno figli e sapevo come mi sarebbe cambiata la vita”, ha confessato il marito di Amal Alamuddin. “Dicevo: ho 56 anni e non credo che succederà a me. Pensavo che la mia vita fosse focalizzata sulla mia carriera, non sulle relazioni… poi ho conosciuto Amal e ho pensato: ho questa incredibile relazione, questo è meraviglioso. E poi… ad un tratto abbiamo queste due bocche che mi fanno ridere ogni giorno”.

    George Clooney parla dei gemelli: Quando non sono con loro mi mancano

    “Davvero, sono bambini divertenti. Alexander mangia e mangia e non ho mai visto mangiare tanto nella mia vita. Ella è molto delicata e femminile, e ha due occhioni e sembra sua madre”, ha raccontato Clooney.

    “Guarda, oggi è la prima volta da quando sono nati che sono lontano da loro, e mia moglie mi ha mandato delle foto e sto qui a pensare quanto vorrei essere con i miei figli, ed è divertente” ha poi specificato.

    George Clooney: Di notte mi alzo ogni tre ore per i gemelli

    Solo qualche giorno fa, George aveva svelato a Entertainment Tonight di aiutare la moglie nella gestione dei gemelli Ella e Alexander e di svegliarsi ogni tre ore per le loro poppate notturne.

    “Se non mi sveglio ogni tre ore mi sento in colpa”, ha dichiarato Clooney, star assoluta del Festival di Venezia 2017. “Mia moglie allatta ogni tre ore. E’ un lavoro duro ma è divertente!”.

    George Clooney: sono il mago dei pannolini

    “Io sono un disastro, ma Amal è un’atleta olimpica: ha due bambini e li deve allattare coma una pazza”, ha poi continuato l’attore, che nei giorni scorsi aveva sottolineato come la moglie fosse rimasta incinta in modo naturale e senza ricorrere a tecniche di fertilità.

    “Io sono molto bravo, però, a cambiare i pannolini. Per me è una nuova avventura, ma mi sono allenato con tutti i miei amici quindi non è proprio una sorpresa”, ha continuato l’ex di Elisabetta Canalis. “La paternità mi ha fatto maturare. Non è che ti cambia ma è eccitante vedere chi diventeranno queste due persone. Sono fiero di essere papà e onorato di prendere parte a tutto questo”.

    George Clooney: i miei figli sono privilegiati

    Il suo desiderio più grande? Crescere due ragazzi con la testa sulle spalle nonostante la celebrità dei genitori.

    “Voglio che i miei figli siano compassionevoli e che abbiano a cuore il resto del mondo. Nascere in una famiglia come la nostra può essere frenetico, in qualche modo. Sono nati privilegiati e voglio che imparino che è solo un caso” ha concluso poi l’amatissimo attore.

    George Clooney e Amal Alamuddin al Festival di Venezia 2017