Il Collegio 2, la toccante lezione sull’immigrazione

Ieri sera su Rai 2 è andata in onda la terza e penultima puntata de Il Collegio, il docu-reality su un gruppo di adolescenti catapultati nel 1961. Tanti gli strafalcioni dei protagonisti, ma anche gli attimi di condivisione e ilarità. Il momento più bello la lezione sull'immigrazione, che tocca da vicino alcuni dei giovani partecipanti

da , il

    Il Collegio 2, la toccante lezione sull’immigrazione

    Una toccante lezione sull’immigrazione nella terza e penultima puntata della seconda stagione de “Il Collegio 2″, il docu-reality su un gruppo di adolescenti catapultati nel 1961, costretti ad indossare delle divise e “privati” improvvisamente di telefonini e social. Il terzo appuntamento si apre con l’esame di Roberto Magro, costretto a salutare i compagni in lacrime e abbandonare il Collegio, ma è il momento in cui i millenials si confrontano sul delicato tema dell’immigrazione a conquistare tutti.

    Il Collegio 2: si parla di immigrazione

    La vita nel Collegio prosegue tra interrogazioni, bravate e momenti di ilarità.

    Uno dei momenti più significativi della puntata è stata senza dubbio la lezione sull’immigrazione con il prof di storia che legge le descrizioni degli italiani che emigravano all’estero (“piccoli e sporchi”) di cento anni fa.

    Su diciotto sono ben tre gli studenti di origine straniera a sedere fra i banchi: Gabrielle Sarmiento, Nagga Baldina e Noa Planas, molto interessati e inevitabilmente coinvolti dall’argomento trattato in classe.

    “Io non ho niente contro chi viene in Italia, ma dobbiamo pensare prima agli italiani”, afferma Giuseppe Spitaleri sollevando le ire di Nagga, che vuole ovviamente difendere le sue origini.

    “Ci sono momenti in cui avrei voluto urlare dalla rabbia. Meno male che c’è qualcuno ad aver capito bene la situazione”, spiega il ragazzo riferendosi alle parole di Arianna Triassi, che ha sottolineato la grande fatica a cui si sottopongono i migranti pur di lavorare ed essere accettati.

    Il Collegio 2: l’espulsione di Roberto Magro

    La puntata si apre però con l’esame di Roberto Magro, test decisivo per decidere la sua permanenza o meno nel Collegio.

    L’interrogazione va come previsto, quindi malissimo, e il 14enne si trova costretto a preparare i bagagli e tornare nel 2017.

    L’esame finale di terza media datato 1961 – obiettivo della loro permanenza nel Collegio – si avvicina ma gli studenti non sembrano essere per nulla pronti.

    Dolcetto o scherzetto?