Jennifer Lawrence sulle molestie sessuali: Sono stata punita per essermi ribellata

Emma Stone, Jessica Chastain, Allison Janney, Saoirse Ronan, Mary J. Blige e Jennifer Lawrence sono solo alcune delle star di Hollywood a non essere scese a compromessi nella loro carriera. La star di Hunger Games ha raccontato di essere stata etichettata come un'attrice 'difficile' dopo essersi ribellata a un famoso regista

da , il

    Jennifer Lawrence sulle molestie sessuali: Sono stata punita per essermi ribellata

    “Sono stata punita per essermi ribellata”: Jennifer Lawrence torna a parlare delle molestie sessuali che stanno facendo tremare Hollywood sulla scia delle denunce fatte contro Harvey Weinstein ma non solo. La 27enne racconta alla rivista “Hollywood Reporter” di essere stata minacciata da un regista dopo aver rifiutato le sue pesanti avances. Jennifer Lawrence ammette di aver avuto paura per la sua carriera.

    Jennifer Lawrence punita per essersi ribellata agli abusi di un regista

    Emma Stone, Jessica Chastain, Allison Janney, Saoirse Ronan, Mary J. Blige e Jennifer Lawrence: ecco le protagoniste della copertina della nota rivista americana “Hollywood Reporter” dedicata alle donne dello spettacolo che nella loro carriera si sono rifiutate di scendere a compromessi e per questo sono state etichettate come “difficili” rischiando di compromettere il loro lavoro.

    In particolare, la Lawrence ha confessato di essere stata minacciata per non aver assecondato le richieste di un regista. “Il mio lavoro è stato a rischio perché il regista mi ha detto qualcosa di offensivo e io ho risposto ‘E’ folle, non puoi parlarmi in questo modo’”, ha confessato la star di Hunger Games. “Per questo sono stata punita e ho avuto paura che non mi avrebbe più chiamata nessuno. Ha messo a repentaglio il mio lavoro e la mia carriera“.

    “Mi hanno detto che ero ingestibile, che ero un incubo” ha continuato la Lawrence, tra le protagoniste del Festival di Venezia 2017.

    Penso che molte persone non si facciano avanti per paura di non lavorare più. Devi avere la forza di dire ‘Questo è sbagliato’ e avere vicino qualcuno che faccia qualcosa, invece di qualcuno che ti dica ‘E’ sbagliato? Bene, sei licenziata’”, ha poi dichiarato l’attrice premio Oscar, che aveva già raccontato di essere stata spogliata e umiliata durante un provino.

    La 27enne ha poi voluto specificare che i personaggi come Harvey Weinstein non ci sono solo nel mondo del cinema. “C’è il pregiudizio che queste cose avvengano solo nell’industria dell’intrattenimento, ma non è così. Ci sono gli stessi abusi sessuali nel resto del mondo, in qualunque ambiente di lavoro. Fortunatamente adesso ne abbiamo iniziato a parlare”.

    Jennifer Lawrence al Festival di Venezia 2017