Katie Holmes difende i tacchi di sua figlia Suri

da , il

    suri cruise

    Katie Holmes è stata molto criticata per la sua decisione poco convenzionale di fare indossare i tacchi a sua figlia Suri, una bambina di soli tre anni, nata dall’unione della Holmes con l’attore Tom Cruise. Suri è una delle bambine più famose al mondo, con i milioni di siti a lei dedicati, ed è anche una delle bambine più eleganti. Secondo alcune fonti statunitensi, Katie spenderebbe circa 25.000 dollari al mese per gli abiti e gli accessori della bambina, che a questa tenera età è già una fashion victim.

    Dopo tante polemiche, Katie Holmes ha deciso di rompere il silenzio in merito alla burrascosa “questione tacchi”, ed ha spiegato le sue ragioni per cui ha permesso alla sua bambina di indossare accessori “da donna“: “Sono scarpe usate nelle sale da ballo. Suri ama come tutte le bambine i miei tacchi. Ne ho trovato un paio adatto per lei e non vedo perchè non avrei dovuto farglieli indossare”.

    A quanto sembra, anche Suri, come tutte le bambine, adorava i tacchi della mamma, e Katie, che si dice sia letteralmente ossessionata dall’abbigliamento della figlia, l’ha accontentata: «Vestire Suri con abiti sorprendenti è diventato l’hobby preferito di Katie - ha fatto sapere una fonte -. Setaccia i negozi on line e tutti quelli di Beverly Hills alla ricerca di oggetti che le diano l’ispirazione per look sempre nuovi. Uno dei preferiti di Katie è quello Anni Ottanta e fa indossare a Suri gli scaldamuscoli e delle felpe enormi e lunghe oppure degli abiti scintillanti. La bimba ama farsi coinvolgere scegliendo anche lei molte cose».