Lapo Elkann vittima di abusi in collegio [FOTO]

da , il

    Lapo Elkann ha rivelato alcuni aspetti dolorosi e delicati della sua vita adolescenziale in un’intervista rilasciata al Fatto Quotidiano. Il manager e imprenditore italiano ha spiegato che quando aveva 13 anni è stato vittima di abusi sessuali e fisici. In quel periodo frequentava un collegio gesuita per i suoi problemi di dislessia. Un’esperienza terribile e atroce che ha segnato profondamente la sua vita creandogli grosse difficoltà. Un passato mai svelato prima che il nipote di Gianni Agnelli ha voluto raccontare affinché questa storia possa servire a qualcuno.

    Per l’ex responsabile Brand promotion Fiat Group Lapo Elkann, finito sui giornali di cronaca rosa per numerosi scandali, è stato un vero e proprio trauma. “Da quando ho compiuto 13 anni – ha detto Lapo – ho vissuto cose dolorose che poi mi hanno creato grosse difficoltà nella vita. Cose capitate a me e ad altri ragazzi. Parlo di abusi fisici. Sessuali. Mi è accaduto. Li ho subiti”.

    Anche i suoi amici sono stati vittime di abusi. “Altre persone che hanno vissuto cose simili – ha proseguito il 36enne manager – non sono riuscite ad affrontarle. Il mio migliore amico, che era in collegio insieme a me per quasi 10 anni e ha vissuto quello che ho vissuto io, si è ammazzato un anno e mezzo fa”.

    Alla luce di ciò che ha subito, il secondo figlio di Margherita Agnelli e Alain Elkann vorrebbe creare una fondazione. “Voglio aiutare – ha asserito l’imprenditore – chi ha passato quello che ho passato io. Sto pensando a una fondazione. Parlare è giusto – ha continuato -, ma facendo qualcosa di utile, di positivo”. Un progetto davvero molto utile oltre che prezioso per la collettività. Un fine davvero nobile per combattere questa terribile piaga sociale.

    Dolcetto o scherzetto?