Lele Mora lancia un appello agli amici: “Mandatemi dei soldi”

da , il

    lele mora messaggio carcere

    Lele Mora non sta attraversando un periodo esattamente positivo. L’ex impresario ed ex agente dei vip è stato più volte al centro dei pettegolezzi per via delle sue condizioni di salute che, a detta dei suoi legali, starebbero peggiorando di giorno in giorno. Proprio poche settimane fa gli avvocati del guru dei vip avevano lanciato un appello, chiedendo che a Mora fosse concessa la scarcerazione, poiché non sarebbe in grado di sostenere ancora per molto tempo la dura vita in carcere. Oggi, ecco che Lele Mora finisce nuovamente al centro dei pettegolezzi, per via di un sms, che circola ormai da qualche giorno.

    “Sapete quale sarebbe il mio più grande regalo di Natale? Tornare assieme a tutti voi… se potete, aiutatemi a fare questo inviando un contributo a questo comitato: ‘Gli amici di Lele Mora’, c/c bancario Iban (…..) … quando ho potuto, con voi ho condiviso business e divertimenti. Buon Natale… un amico… Lele Mora”.

    Un appello in piena regola quello lanciato dall’ex agente dei vip, un messaggio giunto sui cellulari di circa 700 persone, probabilmente inviato dalla stessa figlia di Mora, Diana, che chiede aiuto ai più cari amici del noto personaggio.

    A rispondere all’appello è stato, fra i pochi (?) altri, Edoardo Raspelli, giornalista e critico gastronomico, che senza mezzi termini ha dichiarato la sua solidarietà al suo caro amico, inviandogli 500 euro, e diffondendo la voce fra i suoi amici e conoscenti. “Nel 1960, – fa sapere il giornalista – quando un amico di famiglia, l’avvocato Oreste Casabuoni, commise il primo omicidio stradale, mio padre lo aiutò. Nel mio piccolo e nelle mie possibilità ho deciso di rispondere positivamente all’appello di Lele Mora”.

    E voi rispondereste al suo appello?