Ludmilla Radchenko in ospedale per il figlio Nikita: l’attacco social

Il piccolo Nikita, figlio di due mesi e mezzo di Ludmilla Radchenko e Matteo Viviani, ha contratto la pertosse ed è stato ricoverato all'Ospedale San Donato di Arezzo. Nonostante il momento difficile, l'ex letterina è stata presa di mira sui social

da , il

    Ludmilla Radchenko in ospedale per il figlio Nikita: l’attacco social

    Ludmilla Radchenko in ospedale al fianco del figlio Nikita, ma sui social è stata duramente attaccata: ecco perchè. Da qualche giorno il secondogenito dell’ex letterina e affermata pittrice e della “Iena” Matteo Viviani si trova ricoverato all’Ospedale San Donato di Arezzo dopo aver contratto la pertosse. Oltre alla situazione difficile per la malattia del piccolo che non ha nemmeno tre mesi, Ludmilla Radchenko ha dovuto far fronte alle critiche sui social per un post in cui dichiarava di aver fatto 1000 addominali al giorno durante la degenza del piccolo.

    Ludmilla Radchenko in ospedale: il figlio Nikita con la pertosse

    Il sole dopo la tempesta..e noi stiamo bene, ora aerosol aspettando papà e sorella!! Domani forse è l'ultimo giorno

    A post shared by Ludmilla Radchenko (@ludmillaradchenko) on

    Sono stati giorni difficili per la Iena Matteo Viviani e la moglie Ludmilla Radchenko. Il loro secondo figlio, Nikita, nato lo scorso 25 maggio ha contratto la pertosse e quindi è stato portato all’ospedale San Donato di Arezzo.

    E’ stata proprio Ludmilla ad annunciare la notizia, postando su Instagram lo scorso 12 agosto una fotografia in ospedale insieme al bambino: “Il sole dopo la tempesta..e noi stiamo bene, ora aerosol aspettando papà e sorella!! Domani forse è l’ultimo giorno”.

    Ludmilla Radchenko in ospedale: le critiche social

    Nella giornata di ieri la Radchenko ha condiviso sempre su Instagram un foto in cui tiene in braccio il piccolo per condividere con i suoi followers le condizioni di salute del figlio, pronto a tornare a casa dopo una settimana in ospedale.

    “Oggi è l’ultimo giorno amore mio! Anche se siamo qui domenica in mezzo alle vacanze bisogna dare senso alle giornate”, scrive la pittrice.

    Quello che non è andato giù agli utenti della rete però è la seconda parte del post. “In una settimana la mamma ha letto 2 libri- uno in inglese e uno in italiano, e faceva 1000 addominali al giorno! Finalmente sparita la pancia, grazie anche alla super dieta in ospedale! Non è sempre facile ma bisogna vedere il bicchiere mezza pieno”, ha poi specificato la giovane attirando così su di sè tantissime critiche.

    “Tuo figlio stava male e tu pensavi a farti mille addominali? Complimentoni”, è il commento meno duro al post incriminato. “Penso che quando si ha un figlio ammalato il primo pensiero è che guarisca non gli addominali” si legge sempre sotto il selfie della 38enne.

    Tanti anche i messaggi di affetto e stima per Ludmilla da parte dei suoi fan che la invitano a non farsi abbattere dai commenti negativi dei “leoni da tastiera”.

    Matteo Viviani difende Ludmilla sui social

    Viste le critiche alla moglie, anche Matteo Viviani ha voluto dire la sua e difendere la moglie. “Sei una madre fantastica anche perchè non sei come loro.. lasciali pure ringhiare i loro giudizi senza logica: la vita renderà loro ciò che hanno seminato”.

    Ludmilla Radchenko e Matteo Viviani, le foto della coppia