Mariah Carey accusata di molestie sessuali dal suo ex bodyguard

La splendida Mariah Carey potrebbe finire nei guai con la giustizia a causa delle parole di una sua ex guardia del corpo, Michael Anello. L’uomo ha infatti rivelato di voler denunciare la popstar per molestie sessuali nei suoi confronti. Inoltre Mariah lo avrebbe umiliato in pubblico e gli dovrebbe una grossa somma di denaro.

da , il

    Mariah Carey accusata di molestie sessuali dal suo ex bodyguard

    Mariah Carey accusata di molestie sessuali dal suo ex bodyguard. In questi giorni in cui lo scandalo sessuale a Hollywood non sembra avere mai fine, anche la popstar Mariah Carey potrebbe avere a che fare con la giustizia. La cantante è infatti stata additata dalla sua ex guardia del corpo per averlo umiliato in pubblico e per averlo molestato sessualmente. Inoltre Mariah gli dovrebbe ancora un’ingente somma di denaro per le sue prestazioni professionali.

    Mariah Carey nei guai, ha molestato il suo bodyguard

    Mariah Carey balza agli onori delle cronache non soltanto per il recente intervento di chirurgia estetica cui si è sottoposta gli scorsi giorni, per dimagrire e ritrovare finalmente la sua forma fisica. Oggi arrivano infatti notizie di una possibile denuncia a suo carico.

    Michael Anello, ex bodyguard della Carey, sta pensando di denunciare la popstar per alcuni comportamenti profondamente scorretti che la donna avrebbe tenuto nei suoi confronti. Lo rivela TMZ, il magazine americano di gossip.

    La guardia del corpo è a capo di un’azienda – l’Anello Security & Consulting – che ha lavorato alla sicurezza di Mariah Carey da giugno 2015 a maggio 2017, sebbene il contratto prevedesse due ulteriori anni. Per il lavoro svolto, Michael Anello ha fatturato alla cantante più di 221mila dollari, che non gli sarebbero ancora stati corrisposti.

    Per i due anni di lavoro aggiuntivi sarebbero stati inoltre previsti ulteriori 511mila dollari, ma l’accordo è sfumato negli scorsi mesi. Ma la questione non è puramente economica. Stando alle rivelazioni del bodyguard, Mariah Carey lo avrebbe umiliato in pubblico più volte.

    La cantante lo ha chiamato “nazista”, ‘”skinhead”, “membro del KKK” e altri epiteti di questo genere. Inoltre Mariah avrebbe voluto accanto a sé solo uomini di colore.

    Infine, le accuse di molestie sessuali. Secondo Michael Anello, la popstar avrebbe compiuto atti sessuali con il solo intento di essere vista da lui. In particolare, l’avvenimento si è svolto durante un viaggio a Cabo San Lucas.

    Mariah Carey avrebbe chiamato il suo bodyguard in camera per spostare alcune valigie, e si sarebbe fatta trovare praticamente nuda, con addosso soltanto una camicia da notte trasparente e aperta sul davanti.

    Nonostante i tentativi, da parte della guardia del corpo, di lasciare la stanza al più presto, la cantante avrebbe insistito affinché sistemasse i bagagli come gli aveva ordinato. Alla fine non vi è stato però alcun contatto fisico.

    Secondo TMZ, l’ex bodyguard di Mariah Carey sarebbe pronto a sporgere denuncia contro la cantante, ma al momento resta in attesa per vedere se è possibile trovare un accordo.

    Mariah Carey e Photoshop