Massimo Giletti conferma l’addio alla Rai: Rifarò l’Arena su La7

Dopo le indiscrezioni circolate nella giornata di ieri, ecco arrivare la conferma: Massimo Giletti lascia la Rai, passa a La7 e rimette in piedi la sua Arena. 'Per me chiudere L’Arena sarebbe stato abdicare alla dignità', fa sapere il conduttore al Corriere della Sera

da , il

    Massimo Giletti conferma l’addio alla Rai: Rifarò l’Arena su La7

    Massimo Giletti conferma l’addio alla Rai e svela: “rifarò l’Arena su La7″. Nella giornata di ieri Dagospia aveva annunciato in anteprima il passaggio del noto conduttore nell’emittente televisiva di Urbano Cairo. Poche ore fa la conferma dal diretto interessato dal sito del Corriere della Sera: Massimo Giletti lascia la Rai, passa a La7 e rimette in piedi il suo programma di successo.

    Con un’intervista fiume al Corriere della Sera, Massimo Giletti conferma il suo ingaggio a La7 e parla a ruota libera del suo addio alla Rai dopo 30 anni di collaborazione.

    “Ieri, martedì, è stato inevitabile uscire dalla Rai e provare tristezza. Anzi, molta amarezza perché Viale Mazzini è casa mia”, dichiara il conduttore torinese. “Non avrei mai pensato che nel 2017 mi sarei ritrovato nelle condizioni di dover lasciare quel posto così pieno di significati per me”.

    Massimo Giletti: Rifarò l’Arena su La7

    Giletti afferma poi che l’Arena si farà nella rete da poco diretta da Andrea Salerno, che su Twitter ha postato poche ore fa uno scatto proprio con il conduttore e Urbano Cairo.

    “Rifarò L’Arena. La mia Arena… Qualcuno sperava che non andasse più in onda perché, dicono, dava molto fastidio. Ma L’Arena è la mia creatura professionale, l’ho fatta nascere, l’ho modellata. Ho scelto La7 perché ho capito che era lì la strada per dare continuità a questa esperienza“, ha continuato Massimo, specificando di non sapere ancora il giorno in cui verrà collocata nel palinsesto di La7.

    “Dico solo che L’Arena continuerà a esistere, a dar voce all’Italia che ha scoperto e capito. La ragione per cui ho deciso per un simile passo è stata proprio la continuità del programma”.

    Massimo Giletti e la rivalità con Barbara D’Urso

    Alla domanda se la trattativa con Mediaset sia naufragata per il veto di Barbara D’Urso sulla domenica pomeriggio, Giletti ha le idee chiare.

    “Non credo che in una tv importante si possano accettare veti da Barbara D’Urso o da altri conduttori. Crederlo, sarebbe irrispettoso nei confronti di un network come Mediaset che ha alla guida un personaggio del calibro di Pier Silvio Berlusconi. Non penserei mai una cosa del genere”.

    Massimo Giletti: L’Arena era un programma scomodo

    “Evidentemente il direttore generale, che ha la piena libertà di scegliere la propria linea editoriale, ha ritenuto che il successo di un programma seguito da quattro milioni di spettatori, con oltre il 22% di share dalle 14 alle 15, non bastasse per essere riconfermato. Evidentemente L’Arena è un programma scomodo”, ammette poi il conduttore raccontando poi la motivazione datogli dal direttore generale Mario Orfeo per la chiusura del suo programma.

    “Chiudo L’Arena, e basta, così ho deciso. Adducendo una scusa che mi fa sorridere: cioè che la gente, la domenica pomeriggio, deve rimanere tranquilla“, racconta Giletti del suo incontro con Orfeo. “Non addosso colpe a Mario Orfeo: pensavo fosse un amico ma evidentemente ci sono ruoli e situazioni che cambiano gli uomini, li inaridiscono”.

    Massimo Giletti: mai Abdicare alla dignità

    “In questa storia, il criterio del denaro è all’ultimo posto. La mia è una scelta di libertà”, conclude infine il conduttore. “Con mio padre ho avuto un rapporto tempestoso ma mi ha insegnato una cosa: mai abdicare alla dignità. Per me chiudere L’Arena sarebbe stato abdicare alla dignità. Fare altri programmi voleva dire comprare il mio silenzio. Con grande dolore, non ho potuto accettarlo“.