Mietta truffata da Paola Catanzaro, lo sfogo a Le Iene: “Sono stata raggirata, merita la prigione”

La cantante Mietta ha confessato ai microfoni de Le Iene di essere stata vittima della truffa di Paola Catanzaro. La Catanzaro, spacciandosi per mistica aveva raggirato moltissimi fedeli sottraendo nel tempo milioni di euro. La sedicente mistica è arrivata anche ad utilizzare il nome di Mietta a scopo di lucro. La cantante ha sostenuto la sua totale estraneità davanti alla vicenda: 'Anche io sono stata raggirata, si merita il carcere'

da , il

    Mietta truffata da Paola Catanzaro, lo sfogo a Le Iene: “Sono stata raggirata, merita la prigione”

    Mietta ha confessato alle Iene di essere stata truffata.

    Il programma di inchiesta di Italia Uno aveva svelato l’attività di lucro di Paola Catanzaro, in arte Sveva Cardinale, sedicente mistica e reale truffatrice, finita in arresto per aver sottratto, negli ultimi dieci anni, milioni di euro ai fedeli, spacciandosi per mistica. All’inizio Mietta aveva negato qualunque coinvolgimento nella vicenda, utilizzando la sua pagina facebook per sottolineare la sua estraneità alla situazione: “Una semplice conoscenza, sembrava per bene e aiutava tutti”.

    Mietta raggirata da Paola Catanzaro: “Non ne sapevo nulla, merita il carcere”

    La cantante tiene a precisare e a rassicurare i suoi fan circa la sua innocenza , affermando che, se avesse saputo fin da subito le intenzioni della donna, avrebbe preso le distanze. La mistica infatti, sfruttava il nome e la popolarità di Mietta per ingannare le persone, promettendo al truffato che avrebbe potuto avere un figlio dalla cantante. In seguito all’arresto della Catanzaro, Mietta ammette addolorata di essere stata raggirata: “Questa cosa mi fa molto male. Non ne sapevo nulla. Allora dico che si merita il carcere”.

    Le accuse che hanno portato all’arresto della Catanzaro si basano sulla capacità dell’ex mistica di suggestionare persone fragili e psicologicamente in stato di soggezione. Tra le moltissime vittime della truffatrice anche un imprenditore, finanziatore del film “La fuga” al quale Mietta stessa aveva partecipato.