Paolo Villaggio: “I film di Fantozzi non mi fanno ridere”

da , il

    Fantozzi Paolo Villaggio

    Sembra incredibile, ma proprio Paolo Villaggio, uno degli attori italiani più amati del nostro Paese, divenuto celebre soprattutto grazie al personaggio del servile e sfortunato ragioniere Ugo Fantozzi, ha dichiarato di non amare affatto il personaggio che l’ha reso celebre. “I film di Fantozzi non mi fanno ridere, non li guardo proprio. – ha raccontato il celebre attore italiano durante un’intervista rilasciata alla rivista Diva e Donna – I libri, quando li sfoglio, mi sembrano scritti da un altro. Le rare volte che li guardo vedo solo gli errori”.

    “Rifarei tutto quello che ho fatto, film e libri, nel senso che rimetterei le mani su tutto”, ha spiegato l’attore Paolo Villaggio, che molto tempo fa ha scioccato tutti affermando di pensare seriamente al suicidio.

    Ma tornando al ruolo di Paolo Villaggio nella serie televisiva “Fantozzi”, nata nel 1968, ecco cosa ci racconta l’attore, scrittore e regista italiano.

    “Con Fantozzi ho guadagnato tanto, ma ho speso tutto. Viaggi ovunque, aerei privati, con ospiti a bordo, alberghi di lusso. Tornassi indietro farei meno str… Ho fatto una serie di film atroci tipo ‘I pompieri’, ‘Scuola di ladri’. Mi davano anche due miliardi a film. Invecchiando, faccio meno cavolate e guadagno in autorità”, ha concluso l’artista.