Rebel Wilson: 3 milioni di euro di risarcimento per diffamazione

Maxi risarcimento per l'attrice australiana Rebel Wilson: la comica 37enne ha vinto la causa contro la Bauer Media per diffamazione e avrà 3 milioni di euro che devolverà in beneficenza e in investimenti nell’industria cinematografica australiana

da , il

    Rebel Wilson: 3 milioni di euro di risarcimento per diffamazione

    Rebel Wilson ha vinto la causa di diffamazione e avrà un risarcimento di 3 milioni di euro! L’attrice australiana aveva portato in tribunale la Bauer Media che nelle sue riviste, Woman’s Day, Women’s Weekly, OK Magazine e New Weekly aveva mentito sulla sua età, sul suo vero nome e sul suo grado di istruzione. L’intera cifra che la Wilson riceverà dal gruppo editoriale verrà devoluto in beneficenza.

    Rebel Wilson contro la Bauer Media

    Rebel Wilson ha vinto definitivamente la causa contro la Bauer Media, accusata di averla diffamata tanto da farle perdere anche alcuni ruoli in film di Hollywood.

    Il giudice John Nixton della Corte suprema di Victoria ha condannato il gruppo editoriale a versare 3 milioni di euro nelle tasche della 37enne: 650 mila dollari in danni generali, tra cui danni aggravati, e il resto in danni speciali.

    Rebel Wilson: il risarcimento in beneficenza

    “Rebel ha sempre sostenuto che non era una questione di soldi. Ma si era ripromessa di far pagare il conto alla Bauer Media”, ha detto il legale della Wilson, Richard Leder, a margine del processo.

    La star di “Le amiche della sposa” e di “Voices” ha già annunciato di voler devolvere il maxi risarcimento in beneficenza e in investimenti nell’industria cinematografica australiana.