Rihanna sotto shock: arrestato lo zio per contraffazione

Lo zio di Rihanna, il 53enne Leroy Fitzgerald Brathwaite è stato arrestato per contraffazione. L'ambulante è accusato di aver venduto nelle sua bancarelle sull'Isola delle Barbados capi e accessori contraffatti della linea Fenty PUMA by Rihanna, nata dalla collaborazione tra la nipote e il noto marchio sportivo

da , il

    Rihanna sotto shock: arrestato lo zio per contraffazione

    Rihanna sotto shock: arrestato lo zio per contraffazione. La pop star 29enne è una star affermata nel music system ma anche un’apprezzata stilista. La sua capsule collection nata dalla collaborazione con Puma ha avuto un incredibile successo, tanto che una serie di imitazioni dei capi e degli accessori della linea è stato venduto nelle bancarelle di tutto il mondo. Peccato che anche un familare di Rihanna abbia avuto la stessa idea e sia stato arrestato.

    Arrestato lo zio di Rihanna alle Barbados per contraffazione

    Dopo le continue polemiche legate al suo peso, Rihanna si trova un’altra bella gatta da pelare.

    Lo zio Leroy è stato arrestato alle Barbados, paese natio della pop star, per aver tentato di vendere pezzi contraffatti della linea di accessori e abbigliamento Fenty PUMA by Rihanna, che la cantante ha presentato con un grandioso show durante la New York Fashion Week.

    Leroy Fitzgerald Brathwaite martedì scorso si è dovuto presentare in tribunale con l’accusa di aver venduto versioni contraffatte di slipper e t-shirt della richiestissima collezione.

    Il 53enne si è però dichiarato non colpevole perché sostiene di non aver ricevuto nessun avvertimento ufficiale da parte delle autorità prima del suo arresto. Attualmente è in libertà provvisoria fino al processo, fissato per il 28 novembre.

    Rihanna ingrassata, le foto