Robbie Williams, tour cancellato per un’ernia al disco

Brutta notizia per tutti i fan di Robbie Williams. Il cantante inglese è stato costretto a cancellare gli ultimi concerti del suo tour Heavy Entertainment Show a causa di un problema di salute. Ha infatti scoperto di soffrire di ernia al disco, che lo costringe al riposo assoluto. Già da qualche settimana lamentava di un’imprecisata malattia che lo aveva colpito.

da , il

    Robbie Williams, tour cancellato per un’ernia al disco

    Robbie Williams, tour cancellato per un’ernia al disco. Era già nell’aria, questa bruttissima notizia per gli ammiratori del cantante inglese. Robbie Williams infatti da qualche settimana sembrava avere problemi indefiniti che lo hanno tenuto lontano dai paparazzi – cosa assai insolita per lui. Finalmente viene alla luce la malattia che lo affligge in questi periodi: si tratta di ernia al disco.

    Robbie Williams, annullate le ultime date del tour

    E così, dovendo affrontare questo imprevisto problema di salute, Robbie Williams dice addio ad alcune date del suo Heavy Entertainment Show Tour, che negli ultimi mesi lo ha condotto in giro per il mondo.

    Le tappe di San Pietroburgo e Mosca, previste originariamente per il 7 e il 10 settembre 2017, sono state cancellate con breve preavviso a causa di una “malattia imprecisata”. Questo almeno è ciò che ci è stato rivelato in un primo momento.

    Adesso Robbie Williams rompe il silenzio e rivela qual è il suo vero problema, che lo ha costretto ad uno stop. “La cosa più difficile da affrontare per quel che riguarda la realizzazione del tour è stata la mia salute e la mia schiena, ho un’ernia al disco ed è stato piuttosto stressante” – ha spiegato la popstar al Daily Star.

    Il cantante è così costretto a cancellare l’ultima parte del tour, e riprenderà con i concerti probabilmente solo nei primi mesi del 2018, tra febbraio e marzo. Lo attendono ancora 10 date che lo vedranno protagonista in Nuova Zelanda e in Australia, purché la sua ernia glielo permetta, naturalmente.

    Le dichiarazioni di Robbie Williams

    Proprio recentemente la star 43enne, nel corso di un’intervista al Sunday Times, aveva rivelato: “Faccio un lavoro veramente dannoso per la mia salute, prima o poi mi ucciderà a meno che non cominci a guardarlo con un occhio diverso”.

    E, per l’occasione, aveva parlato anche dei suoi problemi di ansia e depressione, che lo seguono da lungo tempo: “Più mi dimostro arrogante sul palco e più sono terrorizzato dentro. Non so se questa malattia mentale mi avrebbe colpito qualora non fossi diventato famoso”.

    L’autobiografia di Robbie Williams

    Intanto, lo scorso 21 settembre 2017 è uscita l’autobiografia di Robbie Williams, intitolata “Reveal”. Tra le pagine dell’opera, il cantante svela un dettaglio piccante: in passato si è finto Liam Gallagher per poter passare la notte con una giornalista che aveva appena conosciuto.

    Avendo bisogno di una camera d’albergo, a Manchester, Robbie ha approfittato del nome utilizzato dall’ex cantante degli Oasis, grazie al quale Liam soleva prenotare una stanza in un determinato hotel. Inutile dire che il suo collega non l’ha presa affatto bene, quando è venuto a conoscenza della cosa…

    Robbie Williams, le foto del cantante