Sylvester Stallone accusato di violenza sessuale su una minorenne si difende: tutto falso

Sylvester Stallone nella bufera. Nel luglio del 1986 l'attore avrebbe costretto una sedicenne ad avere un rapporto sessuale con lui e con la sua guardia del corpo in un hotel di Las Vegas. Il 71enne si difende definendo la storia 'falsa e ridicola'

da , il

    Sylvester Stallone accusato di violenza sessuale su una minorenne si difende: tutto falso

    “Tutto falso”: Sylvester Stallone accusato di violenza sessuale su una minorenne si difende. Anche la star di “Rocky” finisce nello scandalo delle molestie sessuali a Hollywood, iniziato con il caso Harvey Weinstein ma che a macchia d’olio sta coinvolgendo diversi attori, registi e produttori americani. L’episodio della presunta violenza risalirebbe al 1986, ma Sly definisce il tutto una “storia ridicola”.

    L’accusa di violenza sensuale contro Sylvester Stallone

    Dopo le denunce contro Kevin Spacey, che sarebbe ricoverato nella stessa rehab di Weinstein, e quelle a Ed Westwick di Gossip Girl, un altro attore si trova a dover rispondere alle terribili accuse di violenza sessuale.

    Questa volta è Sylvester Stallone a finire alla gogna mediatica. Secondo quanto riferisce il Daily Mail che ha potuto visionare il rapporto della polizia, l’attore avrebbe costretto una sedicenne ad avere un rapporto sessuale con lui e con la sua guardia del corpo in un hotel di Las Vegas nel luglio del 1986.

    Sly, che in quel periodo stava girando Over the top e aveva 40 anni, avrebbe costretto la giovane a fare sesso con lui e con Michael De Luca, all’epoca 27enne.

    La ragazzina soggiornava con la famiglia in un Hilton di Las Vegas, quando nella hall conobbe Stallone e gli chiese un autografo. Nei giorni successivi l’attore invitò la ragazza in stanza dove la giovane avrebbe avuto prima un rapporto sessuale consenziente con Stallone e poi sarebbe stata costretta ad un ménage à trois con De Luca.

    A quel punto il leggendario “Rambo” avrebbe minacciato la ragazza di non rivelare a nessuno l’accaduto: la giovane si rivolse alla polizia raccontando il fatto ma alla fine però decise di non sporgere formale denuncia.

    L’anno dopo, nel 1987, Stallone fu coinvolto in un altro caso di presunte molestie sessuali: la sorellastra Toni-Ann Filiti, morta nel 2012, lo accusò di averla stuprata e abusata per anni.

    Il divo di New York ha sempre negato con veemenza anche se il caso venne comunque chiuso con diversi milioni di dollari alla Filiti.

    Sylvester Stallone si difende: E’ una storia ridicola

    Non si è fatta attendere la replica di Sylvester Stallone, che smentisce categoricamente tutte le accuse.

    È una storia ridicola, categoricamente falsa“, ha detto la portavoce dell’attore 71enne, Michelle Bega. “Nessuno l’ha mai sentita fino ad adesso”.