Tiberio Timperi condannato per diffamazione contro l’ex moglie

Arriva la sentenza di primo grado per Tiberio Timperi, accusato di aver diffamato l’ex moglie Orsola Gazzaniga. Il conduttore aveva dichiarato che la donna non gli permetteva di vedere suo figlio, ostacolando così il loro rapporto. Timperi sarà costretto a risarcire l’ex coniuge.

da , il

    Tiberio Timperi condannato per diffamazione contro l’ex moglie

    Tiberio Timperi è stato condannato per diffamazione, poiché in passato aveva dichiarato che l’ex moglie gli impediva di vedere suo figlio. Il conduttore è finito in tribunale per alcune sue affermazioni rilasciate a mezzo stampa nell’estate del 2010. All’epoca l’uomo intendeva denunciare il comportamento della sua ex moglie Orsola Gazzaniga, che non gli permetteva di frequentare suo figlio. Oggi è arrivata la sentenza, che condanna Tiberio Timperi ad un’ammenda e a un risarcimento ancora da quantificare.

    Tiberio Timperi, la condanna per diffamazione

    Il tribunale monocratico di Roma ha stabilito che Tiberio Timperi è colpevole per aver diffamato l’ex coniuge Orsola Gazzaniga. Il conduttore è stato condannato ad un’ammenda di 1.500€ e ad un risarcimento ancora non stabilito, che verrà quantificato in separata sede.

    Tutto ha avuto inizio nel 2010, quando Timperi ha dichiarato pubblicamente che Orsola non gli permetteva di vedere suo figlio. Il conduttore è intervenuto in diverse trasmissioni televisive, utilizzando termini piuttosto duri quali “sottrazione di minore” e “manipolazione”. Sotto accusa è finita anche una lettera che Tiberio aveva spedito al settimanale Panorama.

    Nella missiva, il presentatore denunciava un malcostume sempre più diffuso, secondo il quale “la madre, quasi sempre affidataria, può ostacolare il rapporto padre-figlio, anche se c’è un provvedimento favorevole al papà”. Un’esperienza, questa, giudicata da Timperi comune “a molti padri, vittime di soprusi silenziosi”.

    Attilio Soriano, il legale di Orsola Gazzaniga, ha accolto favorevolmente la sentenza del giudice: “È stata finalmente ed in maniera autorevole affermata la dolosità delle dichiarazioni con le quali il Timperi ha per troppo tempo sostenuto che la signora Gazzaniga avrebbe ostacolato il rapporto di frequentazione con il figlio”. L’avvocato del conduttore ha già annunciato di voler ricorrere in appello.