Uma Thurman contro Harvey Weinstein: Non meriti neanche una pallottola

Dopo aver detto di non sentirsi pronta a parlare del caso Weinstein perchè 'piena di rabbia', Uma Thurman si scaglia contro il produttore americano accusato di molestie sessuali da più di 50 donne dello spettacolo. In un post su Instagram, l'attrice 47enne lascia intendere di aver subito lei stessa abusi dal pezzo grosso di Hollywood

da , il

    Uma Thurman contro Harvey Weinstein: Non meriti neanche una pallottola

    “Non meriti neanche una pallottola”: Uma Thurman si scaglia contro Harvey Weinstein a quasi due mesi dalle prime denunce di molestie sessuali al produttore cinematografico. La 47enne ha lavorato a stretto contatto con Harvey Weinstein , che ha prodotto alcuni dei suoi più grandi successi, come “Pulp Fiction” e “Kill Bill”, finalmente rompe il silenzio e nel Giorno Del Ringraziamento sui social attacca apertamente il 65enne.

    Uma Thurman sui social contro Harvey Westein

    In un’intervista a Access Hollywood, Uma Thurman aveva parlato del Caso Weinstein ma in modo piuttosto vago e evasivo.

    “Non ho un’idea chiara da esprimere, perché ho imparato col tempo che non sono una bambina e che quando parlo piena di rabbia, di solito mi pento delle cose che dico. Quindi aspetto di sbollire un po’, e quando sarò pronta, dirò tutto quello che devo dire a riguardo”, aveva detto la musa di Tarantino, che ha collaborato con il produttore americano in tantissime occasioni.

    Anche Asia Argento, una delle prime attrici a denunciare Weinstein, aveva invitato Uma Thurman a parlare. “Cara #UmaThurman fai pace con la tua anima. Abbiamo bisogno della tua voce forte”, aveva scritto l’attrice romana sui social.

    Il momento è arrivato: con un post sui suoi account ufficiali dedicato al Giorno del Ringraziamento, Uma Thurman rivolge parole di disprezzo a Harvey Weinstein lasciando intendere di essere stata anche lei molestata dal produttore accusato da più di 50 donne del mondo dello spettacolo.

    Su Instagram, l’attrice inizia augurando un buon Thanksgiving Day ai suoi cari e ai suoi fan per poi proseguire: “Ho detto recentemente che ero arrabbiata, e avevo qualche ragione, #metoo nel caso non lo si capisse dallo sguardo del mio viso“, ha iniziato la star di Hollywood facendo riferimento all’hashtag utilizzato sui social per denunciare le molestie subite.

    “Pensavo fosse importante prendermi del tempo, essere corretta e precisa per cui buon Thanksgiving a tutti! (Eccetto tu Harvey, e tutti i tuoi malvagi cospiratori – sono felice che tutto stia procedendo lentamente- perché tu non meriti neanche una pallottola). Continuate a seguirmi. Uma Thurman”, ha concluso l’amatissima attrice.

    Uma Thurman, le foto dell'attrice