Victoria Cabello torna in tv dopo la malattia: Ho pensato di morire

Si può trasmettere col morso di una zecca ed è chiamata la 'malattia invisibile' perchè è estremamente difficile diagnosticarla. Victoria Cabello ha contratto la malattia di Lyme in un viaggio all'estero e per tre anni ha affrontato una dura battaglia per sconfiggerla. Oggi la 42enne è guarita ed è pronta a tornare in tv

da , il

    Victoria Cabello torna in tv dopo la malattia: Ho pensato di morire

    Victoria Cabello torna in tv dopo la malattia. “Ho pensato di morire”, svela la conduttrice 42enne lontano dai riflettori da tre anni, per combattere contro la malattia di Lyme contratta durante un viaggio all’estero e molto diffusa negli Stati Uniti. “Ho vissuto tre anni da incubo, un calvario che non auguro a nessuno“, ha svelato l’ex giudice di X Factor e storico volto di Mtv.

    Victoria Cabello torna in tv dopo la malattia di Lyme

    Da domani 3 novembre Victoria Cabello tornerà in tv cantando la nuova sigla e introducendo gli episodi dei Monchhichi, le scimmiette cult degli anni Settanta, che dopo 35 anni dalla prima messa in onda in Italia, tornano su DeAJunior.

    “Ero talmente fan dei Monchhichi che quando mi hanno proposto questo progetto sono caduta dalla sedia. Ho detto subito sì — ha raccontato al Corriere della Sera —. Ha risposto la bambina che c’è in me. E appena ne ho parlato con le amiche, mi hanno iniziato a bombardare di foto, ognuna con il suo pupazzo Monchhichi»

    Si tratta del primo impegno lavorativo della conduttrice dopo la sua esperienza a X Factor nel 2014.

    Victoria è stata costretta a lasciare momentaneamente il mondo dello spettacolo per combattere una dura battaglia contro la malattia di Lyme, un batterio che attacca le zecche e viene così trasmesso all’uomo, da cui oggi è completamente guarita.

    La malattia di Lyme in Italia è ancora poco conosciuta, molto di più negli Stati Uniti anche grazie alla testimonianza di alcuni personaggi famosi a cui è stata diagnosticata, come la modella Bella Hadid.

    Si può trasmettere col morso di una zecca ed è chiamata la “malattia invisibile”, poiché come rivela la stessa conduttrice è difficile individuarla, ma può comportare conseguenze gravi come dolori articolari diffusi, disturbi neurologici e cardiaci.

    Victoria Cabello racconta i tre anni di battaglia contro la malattia di Lyme

    “All’inizio mi sentivo tremendamente stanca, poi la cosa è andata peggiorando, ma non si arrivava a una diagnosi – ha svelato la Cabello parlando per la prima volta del suo periodo buio- Ero fortemente debilitata, l’essere attaccata da un batterio così cattivo, obbliga al riposo assoluto. A malincuore ho dovuto staccare con tutto“.

    “Non credevo che il morso di un insetto potesse provocare tutto questo. Sono stata costretta a stare a letto per cinque mesi. Mi sentivo come se non riuscissi a respirare, ho pensato di morire“, ha continuato Victoria, pronta a riprendere in mano la sua vita.

    Victoria Cabello e i progetti futuri

    Ora che ha sconfitto la malattia, Vicky è pronta a tornare in sella e i progetti sono tanti.

    “Ho scritto una serie tv, due nuovi programmi, un mockumentary. Nel 2013 ho prodotto un documentario sulla Siria (Border), andato al festival di Toronto. Poi voglio scrivere un libro e, assolutamente, diventare un’influencer entro i 45 anni”.