Woody Allen, le accuse della figlia Dylan Farrow: Abusò di me ma è stato ignorato

Con una lunga intervista alla CBS, Dylan Farrow ribadisce ancora una volta di essere stata abusata sessualmente dal padre adottivo Woody Allen quando aveva solo 7 anni. Molte attrici di Hollywood sostengono la giovane e dichiarano di non voler più lavorare con il regista

da , il

    Woody Allen, le accuse della figlia Dylan Farrow: Abusò di me ma è stato ignorato

    “Abusò di me ma è stato ignorato”: sono chiare le accuse dirette a Woody Allen dalla figlia Dylan Farrow. La figlia adottiva del regista ribadisce ancora una volta di essere stata abusata sessualmente dal regista oggi 82enne, quando aveva solo 7 anni, poco dopo l’adozione. Woody Allen ha sempre negato e non è stato mai condannato dalla giustizia ordinaria, ma le recenti rivelazioni del Washington Post sulla sua “ossessione” nei confronti delle minorenni, gettano una nuova luce sui racconti della figlia.

    Dylan Farrow e le accuse di molestie al padre adottivo Woody Allen

    Nel 1992, dopo il divorzio tra Mia Farrow e Woody Allen, (che ha poi sposato l’altra figliastra Soon-Yi di 35 anni più giovane), sono state rese pubbliche le accuse di molestie sessuali della figlia adottiva Dylan, 32 anni. Dichiarazioni che non sono mai state prese troppo sul serio, negate fortemente dal regista, assolto dalla giustizia ordinaria.

    Nel corso di un’intervista televisiva concessa a Cbs, Dylan Farrow insiste e torna sull’argomento: “Sono attendibile e sto dicendo la verità”.

    Già in precedenza, con un editoriale sul Los Angeles Times, Dylan Farrow si era chiesta perché la rivoluzione di MeToo aveva risparmiato Woody Allen. “Ho sempre sostenuto che quando avevo 7 anni Woody Allen mi portò in una soffitta. Ho detto allora la verità alle autorità e l’ho raccontata, inalterata, per più di vent’anni. Perché Harvey Weinstein e altre celebrità accusate sono state cacciate da Hollywood, mentre Allen ha recentemente ottenuto un accordo di distribuzione multimilionario con Amazon?”.

    Le attrici di Hollywood che appoggiano Dylan Farrow

    Nelle settimane scorse un’inchiesta del Washington Post, partendo dagli appunti privati di Allen, aveva rivelato di come il regista sia “ossessionato dalle ragazzine”.

    Di fronte a queste rivelazioni, le parole di Dylan tornano a pesare più di un macigno, tanto che diverse attrici di Hollywood hanno espresso la loro solidarietà nei confronti della Farrow e l’intenzione di non lavorare più con il leggendario regista americano. Natalie Portman, Reese Whiterspoon, Ellen Page, Greta Gerwig e Mira Sorvino hanno ammesso sui social di “credere a Dylan” e alla sua versione dei fatti.

    Woody Allen, le foto del divo di Hollywood