Arisa in lacrime per il suo ex: ‘Ho vissuto un amore eccezionale’

La cantante non è riuscita a trattenere l'emozione, nel parlare della sua ultima grande storia d'amore. Arisa è tornata a raccontare della relazione con Giuseppe Anastasi, spendendo bellissime parole per lui. Tra i due c'è stato qualcosa di speciale e irripetibile, ha confessato l'artista con gli occhi lucidi.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 17 settembre 2018

Arisa in lacrime per il suo ex: ‘Ho vissuto un amore eccezionale’

Arisa si commuove parlando del suo ex fidanzato Giuseppe Anastasi. La loro è stata una storia d’amore unica, di quelle che non ha confini. Ma purtroppo non si è conclusa nel migliore dei modi, lasciando la cantante con un po’ d’amaro in bocca. Arisa, nonostante tutto, ricorda con dolcezza i momenti più belli della sua relazione con il collega, un grande professionista nel panorama musicale italiano. Si lascia andare talmente tanto alla nostalgia da commuoversi davanti alle telecamere.

Arisa piange per il suo ex fidanzato

Ai microfoni dell’ultima puntata de La mia passione, la cantante si è lasciata andare ad una lunga confessione sulla sua vita privata e sulla sua più grande storia d’amore. Arisa è stata sentimentalmente legata a Giuseppe Anastasi, uno degli autori più apprezzati nel panorama musicale italiano.

“Ho vissuto un amore eccezionale. È stato amaro e dolce, difficile ma assolutamente un quadro disegnato da Dio. Dopo che vivi una storia così poi basta, indirizzi l’amore verso luoghi diversi. Ti prendi due cani e sei felice” – ha rivelato Arisa. La cantante ha rotto con Anastasi nel 2012, ma la loro non è stata una relazione unicamente sentimentale.

“A lui serviva una voce, a me delle canzoni. Detto così è brutto, ma ci siamo fatti del bene. Professionalmente è uno illuminato, ha un modo di scrivere popolare e ultraterreno, sotto certi aspetti” – ha spiegato Arisa. Ma ora che è tornata single, la cantante si sente felice? “Abbastanza, e questo a me basta” – ha confessato – “Non sono una da picchi. A differenza di quello che si può dire di me, mi piace la vita regolare. Mi piace la disciplina, infatti dovevo fare il militare”.