Ashton Kutcher e Mila Kunis rivelano: ‘Non daremo soldi ai nostri figli’

I figli di Ashton Kutcher e Mila Kunis non riceveranno soldi dai loro genitori, che hanno già espresso la loro intenzione di dare in beneficenza l’intera loro eredità. L’obiettivo è quello di insegnare ai due ragazzini a cavarsela da soli, e godere appieno di tutto ciò che otterranno.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 8 marzo 2018

Ashton Kutcher e Mila Kunis rivelano: ‘Non daremo soldi ai nostri figli’
Instagram / foto

Ashton Kutcher e Mila Kunis rivelano di non voler dare soldi ai loro figli, per insegnare loro come cavarsela da soli. I due piccoli di casa Kutcher dovranno imparare da subito a rimboccarsi le maniche, se vorranno realizzarsi nella vita. I loro genitori, il cui patrimonio complessivo si aggira attorno ai 300 milioni di dollari, vogliono spronarli a non accontentarsi nell’essere “figli di”, bensì ad avere un progetto per il loro futuro e a dare il massimo per raggiungerlo. Per quanto riguarda i loro soldi, Ashton Kutcher e Mila Kunis hanno le idee chiare: andranno tutti in beneficenza, alla loro morte.

Ashton Kutcher: “Nessun fondo per i miei figli”

A parlare, nel podcast di Dax Shepard, è l’affascinante attore statunitense, uno dei più amati al mondo. Lui e sua moglie Mila Kunis, una coppia d’oro di Hollywood, non hanno alcuna intenzione di agevolare economicamente i loro figli.

“Quando moriremo, i nostri soldi saranno dati in beneficenza” – confessa Ashton. Stiamo parlando di un patrimonio davvero ingente, che probabilmente non finirà mai nelle tasche dei figli della coppia. I due bambini, Wyatt Isabelle e Dimitri, hanno appena 3 e 1 anno, ma i loro genitori hanno già pensato al loro futuro.

“Non allestiremo un fondo per loro. Se, una volta grandi, vorranno iniziare un business e dimostreranno di avere un piano per la realizzazione, investirò in questo, ma niente fondi gratuiti” – spiega l’attore. Una decisione troppo severa? Forse, ma il motivo è dei più nobili.

“Spero così di motivarli a cavarsela da soli, ad apprezzare tutto ciò che hanno avuto e a cercare di raggiungere una vita agiata rimboccandosi le maniche”.

Vedi anche: