Asia Argento a Verissimo: ‘Sono stata molestata anche a 16 anni’

Travolta dalle polemiche sulle presunte molestie di cui sarebbe stata carnefice, Asia Argento torna sul tema in una lunga intervista a Verissimo. L'attrice affronta anche l'argomento Weinstein, con confessioni inedite.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Venerdì 12 ottobre 2018

Asia Argento a Verissimo: ‘Sono stata molestata anche a 16 anni’
Foto: Instagram

Asia Argento racconta il suo ultimo anno, tra accuse fatte e ricevute, dolori inaspettati e l’inevitabile gogna pubblica. L’attrice, ospite della prossima puntata di Verissimo, affronta alcuni dei temi più delicati che la riguardano in prima persona: le molestie sessuali, il suicidio del suo compagno e la depressione che è scaturita dagli avvenimenti degli ultimi mesi. Asia Argento è un fiume in piena, e si confida per la prima volta in una lunga intervista.

Asia Argento: “Un gesto kamikaze”

Ai microfoni di Verissimo, l’attrice torna a parlare delle molestie sessuali che avrebbe subito ad opera di Harvey Weinstein. “È un sociopatico, fa paura. Mi fa paura perché c’è tutta una rete di potere con lui che non avevo calcolato. Ma credo nella giustizia”. E, ripensando al suo accalorato discorso sul palco di Cannes, confessa: “È tato un gesto kamikaze. Credo di aver dato fastidio ai potenti e ora sto pagando. Lo rifarei quel gesto, ormai l’ho fatto, ma non mi butto più.

Qualcuno doveva dire la verità. È stata la mia coscienza a dirmi che dovevo farlo quando ho saputo che c’erano tante donne che avevano subito queste molestie. Nessuna di noi aveva fatto i conti con quello che sarebbe successo dopo. Ha cambiato la nostra vita e il mondo. È stato un momento molto forte della mia vita, ma io questa forza non ce l’ho più. Penso di aver pagato più di tutti in questa battaglia. Sono per il movimento, ma non ho più la forza di aiutare gli altri”.

E poi, con grande stupore di tutto il pubblico, Asia Argento rivela di aver subito altri abusi sessuali, prima di finire nelle grinfie di Weinstein: “A 16 anni ero stata già molestata su un set. Andavo a lavorare da sola, ero una preda più facile, perfetta, perché io ho delle ferite nella mia infanzia e questi predatori riescono ad intrufolarsi in queste ferite. Ora spero di essere più forte”.

Nel corso della puntata, l’attrice ha modo di toccare tanti altri argomenti. Il suicidio del fidanzato Anthony Bourdain, la depressione che l’ha colpita dopo la tragica scomparsa, le accuse di Jimmy Bennett che hanno sconvolto il suo mondo. E infine, la decisione di Sky di allontanarla da X-Factor 12: “È stata una decisione amichevole, ma io non volevo andare via. Non volevo nuocere al programma. Se questa cosa avesse spostato l’attenzione verso quei ragazzi allora sì, ma non era così. Il pubblico, la giuria e i ragazzi mi volevano, io ci speravo”.