Asia Argento chiude il profilo Twitter: ‘Troppe cattiverie, non vivo più serenamente’

Il 2018 si è concluso, portando via con sé le tantissime polemiche da cui Asia Argento è stata travolta. Ma il nuovo anno rischia di regalarle ulteriori cattiverie, così l'attrice ha preso la decisione di chiudere il suo profilo Twitter.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 3 gennaio 2019

Asia Argento chiude il profilo Twitter: ‘Troppe cattiverie, non vivo più serenamente’
Foto: Instagram

Basta con Twitter, Asia Argento ha deciso di chiudere il suo profilo. Per tutto lo scorso anno, la lingua tagliente dell’attrice non si è fatta certo mettere sotto dalle tantissime polemiche sorte a partire dalla sua denuncia nei confronti degli abusi di Harvey Weinstein. Da quel momento, per Asia Argento non c’è più stata pace. Ma negli ultimi mesi del 2018 sono state davvero tante le critiche che ha ricevuto, e per ritrovare la serenità ha preso una drastica decisione.

Asia Argento chiude Twitter, l’annuncio

Dopo il caso Weinstein, che si è trascinato per mesi, Asia Argento è stata additata come una delle paladine del movimento #MeToo ed è rimasta a lungo al centro delle polemiche. Poi è stato il tempo del caso Bennett, quando il giovane attore americano l’ha accusata di aver abusato di lui quando era ancora minorenne. Asia ha sempre smentito, ma l’attacco mediatico le è costato il suo posto nella giuria di X-Factor.

Poi è arrivata la relazione con Fabrizio Corona, durata solo pochissime settimane, ma foriera comunque di critiche durissime. Adesso è il momento di staccare la spina e ripartire da zero. Per riuscirci, l’attrice ha deciso di rinunciare al suo profilo Twitter. Lo ha annunciato mediante la sua fanpage: “Comunicazione Ufficiale. Vi ringrazio per l’affetto dimostrato, ma le cattiverie sul mio conto continuano ad essere tante e troppe, a tal punto da non farmi più vivere serenamente, da qui la decisione di chiudere il mio profilo Twitter”.

Per il momento rimangono attivi invece gli account Facebook e Instagram, dove Asia Argento continua a pubblicare sue notizie. Anche lì arriverà il tempo di oscurare la bacheca, o la decisione riguarderà soltanto Twitter?