Barbara Bouchet confessa: ‘Mio figlio Alessandro Borghese è più famoso di me’

La splendida attrice Barbara Bouchet è stata il simbolo del cinema internazionale per intere generazioni, ma adesso è il momento di suo figlio, il celebre chef Alessandro Borghese. Ormai è lui ad essere il più famoso, in famiglia, ma la mamma non è gelosa del suo successo.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Venerdì 9 marzo 2018

Barbara Bouchet confessa: ‘Mio figlio Alessandro Borghese è più famoso di me’
Ansa / foto

Barbara Bouchet rivela che suo figlio Alessandro Borghese è diventato più famoso di lei. L’affascinante attrice di origini americane è stata per lungo tempo una delle più ammirate in tutto il mondo, e ancora oggi continua a lavorare in teatro e al cinema con grande passione. Ma non è più lei, la star in famiglia: suo figlio, il celebre chef Alessandro Borghese, l’ha nettamente superata in notorietà, negli ultimi anni. La Bouchet è orgogliosa del successo del figlio, ecco le sue parole.

Barbara Bouchet su Alessandro Borghese: “Ne sono fiera”

La mamma è sempre la mamma: anche se suo figlio ha eclissato in parte la sua notorietà, Barbara Bouchet è felice. L’attrice lo rivela in un’intervista rilasciata al settimanale Spy, in edicola in questi giorni. “Prima lui era il figlio di Barbara Bouchet, adesso sono io la mamma di Alessandro Borghese” – spiega la donna.

Ma nessun problema per lei: “Sono fiera, io ho avuto il mio tempo di gloria in abbondanza e ancora oggi non mi manca, ora tocca a lui”. Alessandro Borghese, che ha studiato a lungo per diventare chef, si è ritrovato ben presto conduttore di programmi televisivi molto amati dal pubblico, come “4 ristoranti”.

“Lui è bravissimo come chef, ma come presentatore è diventato fantastico” – confessa sua madre. La Bouchet poi affronta temi più delicati, come la delusione nell’aver scoperto a quanto ammonta la sua pensione: appena 511€ al mese. “Ho pianto come pochi, ma pazienza, ormai non c’era più niente da fare. Tanti di quei produttori, che non mi avevano versato i contributi, erano già morti”.

D’altronde l’attrice non ha alcuna intenzione di appendere cappello al chiodo: “A farmi da parte non ci penso, in pensione ci andrò solo quando volerò in cielo. Finché c’è linfa nelle mie vene, io continuerò a lavorare”.