Barbara Bouchet smentisce: ‘Mai lamentata dei 511€ di pensione’

L’attrice Barbara Bouchet ha recentemente rilasciato un’intervista che ha suscitato grande scalpore. La donna avrebbe dichiarato di vivere con una pensione di appena 511€ al mese, e che per questo motivo avrebbe deciso di continuare a lavorare. Ma adesso arriva la smentita.

da , il

    Barbara Bouchet smentisce: ‘Mai lamentata dei 511€ di pensione’

    Barbara Bouchet smentisce le dichiarazioni sulla pensione da 511€, rivelando che non se ne lamenta affatto. L’attrice è rimasta colpita dalle affermazioni che le sono state attribuite e che, in seguito, sono state duramente commentate sui social network. Barbara Bouchet, mamma dello chef Alessandro Borghese, rettifica le dichiarazioni diffuse nei giorni scorsi in merito alla sua pensione e al suo bisogno di continuare a lavorare per potersi mantenere.

    Barbara Bouchet: “È una fake news”

    La scorsa settimana ha iniziato a circolare la notizia della misera pensione di Barbara Bouchet, costretta a continuare a lavorare perché non riesce a vivere con appena 511€ al mese. Ieri, nel corso della puntata di Domenica In, la Bouchet è intervenuta come ospite e ha spiegato la verità.

    “Vorrei rettificare tutto questo, è una fake news. Non ho mai detto che devo ancora lavorare per quello, e non lo direi mai, non è nel mio carattere lamentarmi quando ci sono tante persone che veramente vivono di questo”. Allora come mai è arrivata questa notizia? Ce lo spiega l’attrice.

    “Sono stata intervistata per ‘Metti la nonna nel freezer’ e la giornalista ha chiesto se effettivamente prendessi 511€ di pensione, ho risposto: ‘Sì, è così, 511€’. La giornalista non ha scritto la domanda e ha scritto un’altra risposta”. Dopo la diffusione di questa notizia rimaneggiata, sono iniziate le critiche, che hanno colpito soprattutto suo figlio Alessandro Borghese.

    Lo chef è stato accusato di non voler aiutare la Bouchet in un momento di difficoltà. “Povero Alessandro, gli dicono: ‘Come fa tu che guadagni bene e non aiuti la tua povera mamma’. Ma abbiate pazienza, se avessi bisogno Alessandro e la sua famiglia sarebbero i primi a darmi una mano, ma per fortuna io lavoro anche tanto, amo il mio lavoro e quindi continuo a lavorare finché posso”.