Barbara D’Urso ripercorre il passato: ‘Ho un buco dentro, anni di analisi’

Le parole della conduttrice, ospite di Verissimo, hanno lasciato spazio a un flashback davvero emozionante e ricco di spunti di riflessione. Il suo dolore più grande? Lo ha rivelato a Silvia Toffanin...

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 14 gennaio 2019

Barbara D’Urso ripercorre il passato: ‘Ho un buco dentro, anni di analisi’

Ospite a Verissimo, Barbara D’Urso ha fatto tappa nei suoi ricordi più difficili, svelando al pubblico l’esistenza di un capitolo molto doloroso del passato. La regina di Canale 5 ha abituato i telespettatori alla sua veste più solare e dirompente, ma c’è molto di più…

Barbara D’Urso e il difficile passato

Nel passato di Barbara D’Urso ci sono capitoli davvero difficili, che rimandano a un’infanzia vissuta sotto il segno del dolore.

La perdita della madre, dopo una lunga malattia, l’ha costretta a fare i conti con una vita che spesso non fa sconti, che induce a fingere felicità anche quando dentro c’è un inferno di tormenti.

L’ha rivelato lei stessa a Silvia Toffanin, durante l’ultima puntata di Verissimo: “Sorrido sempre alla vita, ma la verità è che ho dovuto imparare a mettere una maschera fin da quando ero una bambina di sette anni. La indosso sempre tranne quando sono con le persone a me più vicine“.

Di sua madre ha un ricordo indelebile, per quanto molto doloroso: “Mi mancavano gli abbracci, lei era sempre attaccata a tubi e flebo e abbracciarla era molto difficile. È stata bloccata a letto per lunghi anni. Questa difficoltà ad abbracciare qualcuno la vivo ancora oggi“.

Ancora oggi, i fantasmi di quel periodo non si sono allontanati: “La verità è che avendo un buco dentro, un trauma, una mancanza che ti accompagna dentro, anche dopo 15 anni di analisi, quel buco lì è difficile da colmare. I miei figli sono il mio cuore, ma questa è una mancanza diversa“.

LEGGI ANCHE: Paura per Barbara D’urso: la conduttrice in ospedale