Bill Cosby dei Robinson condannato per violenza sessuale

L’attore, a processo con l’accusa di aver molestato sessualmente una donna, è stato ritenuto colpevole da una giuria. Bill Cosby, in attesa della sentenza del giudice, rischia ora di finire in carcere per 30 anni.

da , il

    Bill Cosby è stato ritenuto colpevole di violenza sessuale su una donna e rischia fino a 30 anni di carcere. L’attore, divenuto famoso per aver interpretato Heathcliff Robinson nella celebre serie tv degli anni ’80 I Robinson, è stato condannato da una giuria per aver compiuto molestie sessuali su una donna incosciente, dopo averla drogata. Al termine del secondo processo a carico di Bill Cosby, l’uomo è stato riconosciuto colpevole di tutti e tre i capi d’accusa per cui era imputato.

    Bill Cosby colpevole di violenza sessuale

    Dopo 14 ore in camera di consiglio, la giuria ha raggiunto un verdetto di colpevolezza nei confronti di Bill Cosby, a processo con l’accusa di aver molestato sessualmente una donna, Andrea Constand. Si conclude così il procedimento presso il tribunale di Norristown, in Pennsylvania, che ha visto l’attore imputato per tre capi d’accusa.

    Bill Cosby, 80 anni, è stato ritenuto colpevole di aver violentato la signora Constand dopo averle somministrato della droga che l’ha portata in uno stato di incoscienza. La donna ha affermato che il fatto si è verificato il 14 gennaio 2004, presso l’abitazione dell’attore.

    Si tratta del secondo processo in pochi mesi, per il papà dei Robinson: lo scorso giugno 2017, il primo procedimento è stato considerato nullo dal momento che la giuria non è riuscita a raggiungere l’unanimità. Questa volta però il verdetto è arrivato, e ora Bill Cosby rischia fino a 30 anni di carcere.

    Ogni capo d’imputazione prevede infatti 10 anni di reclusione e una multa di 25.000 dollari, ma il giudice potrebbe decidere di far scontare simultaneamente le tre pene. L’attore, che si è sempre proclamato innocente, è al momento in libertà dietro pagamento di cauzione, in attesa della sentenza del giudice.