Chris Brown accusato di violenza sessuale

Il rapper è finito di nuovo nei guai: dopo la condanna per maltrattamenti contro la sua ex fidanzata Rihanna, stavolta è stato accusato di violenza sessuale da una donna, evento che sarebbe avvenuto ad un party che si è tenuto a casa di Chris Brown.

da , il

    Chris Brown è stato accusato di violenza sessuale da una donna, che ha denunciato gli eventi che sarebbero avvenuti lo scorso anno. Il rapper finisce nuovamente nei guai, dopo l’azione legale che nel 2009 lo ha portato ad essere condannato per maltrattamenti e percosse nei confronti della sua ex fidanzata Rihanna. Secondo quanto raccontato dalla donna che ha sporto denuncia, le violenze sarebbero state perpetuate lo scorso 23 febbraio 2017, nel corso di un party che si è tenuto a casa di Chris Brown.

    Chris Brown accusato di violenze

    I fatti si sarebbero svolti a seguito del concerto del rapper che si è tenuto a West Hollywood. Durante l’after party, stando alla ricostruzione della donna, le sarebbe stato sottratto il cellulare e per recuperarlo lei si sarebbe recata a casa di Chris Brown.

    Qui il rapper le avrebbe offerto alcool e droghe, poi la donna sarebbe stata condotta in una stanza in cui si stava svolgendo un’orgia. Tra i partecipanti, ci sarebbero stati lo stesso Chris Brown e Lowell Grissom, conosciuto con il nome d’arte Young Lo.

    La presunta vittima non avrebbe accettato di prendere parte al festino, quindi sarebbe stata violentata ripetutamente da Grissom e da un’altra donna, nei confronti della quale sarebbe stata costretta a praticare atti di sesso orale. Solo in seguito le sarebbe stato permesso di lasciare il party, mettendosi in contatto con un servizio di car sharing.

    La donna si sarebbe recata immediatamente presso un centro anti stupro e poi presso la più vicina stazione di polizia per denunciare le violenze. Fino a questo momento, né Chris Brown né Lowell Grissom hanno rilasciato dichiarazioni in merito.