Clementino, confessione shock : “Sono stato schiavo della cocaina”

Il rapper Clementino ha ammesso di essere stato schiavo della cocaina. Il cantante, in una lunga intervista, ha raccontato senza giri di parole della sua dipendenza dalla cocaina, per mandare un messaggio forte contro l'uso delle droghe. Da un consumo saltuario alla dipendenza quotidiana, Clementino ha ricordato di come la cocaina stesse rovinando la sua vita e la sua carriera. Una discesa nel tunnel delle droghe che sembrava non aver fine, poi la rinascita e l'entrata in comunità: 'Capisci veramente che devi smettere solo quando un genitore ti piange in faccia'.

Pubblicato da Giulia Martensini Lunedì 19 marzo 2018

Clementino, confessione shock : “Sono stato schiavo della cocaina”
foto / ansa

Il rapper Clementino ha confidato di essere stato schiavo della cocaina.
Il cantante ha rivelato in una lunga e commossa intervista di essere stato a lungo schiavo della cocaina, tanto da aver messo a rischio la sua carriera. Una rivelazione inaspettata da parte del rapper, intervenuto nel corso di ‘Storie Digitali’, il festival incentrato sul mondo del #rap, realizzato ed organizzato con la collaborazione del noto network on line ‘Sto Magazine’.

Clementino, aprendosi e raccontando la sua storia, ha voluto mandare un messaggio forte e chiaro contro le droghe, capaci di distruggere una persona fin nel profondo. Commosso, il rapper ha raccontato la sua vicenda personale, senza mezze misure: “C’è stato un momento della mia vita in cui quella m***a che è la cocaina mi ha completamente sopraffatto”.
Il cantante ha raccontato senza giri di parole la sua lenta discesa nel mondo della cocaina, inizialmente consumata sporadicamente, ma capace di creare una dipendenza da cui è difficile scappare: “Ero solo ‘Iena White’ (uno degli alter ego artistici di Clementino) ma non ero più Clemente. In alcuni casi non sono riuscito ad andare neanche alle presentazioni dei miei dischi per quanto ero strafatto, rimanevo a casa. Una volta dovevo farmi una foto con Jay-Z, non ci sono riuscito”.

Clementino e la rinascita dopo la droga: “Ho capito che dovevo smettere e mi sono ritrovato in comunità”

Una storia difficile da raccontare, così come è stato difficile uscire dal tunnel della cocaina: un percorso reso possibile grazie ai suoi genitori, le cui lacrime hanno convinto Clementino a smettere di drogarsi e a riprendere in mano a sua vita:”Capisci veramente che devi smettere solo quando un genitore ti piange in faccia. Allora ho capito, e mi sono ritrovato in comunità”.
Il rapper confida che in poco tempo sarà fuori dalla comunità di recupero che lo ospita e tra i progetti futuri un nuovo album in cui racconterà proprio la parte più difficile della sua vita ed il suo percorso di rinascita.