Condanne vip: Barbara Guerra, 6 mesi per diffamazione ai danni di Barbara D’Urso

La 39enne ex 'olgettina' dovrà anche risarcire i danni morali alla conduttrice partenopea. Lo ha stabilito una sentenza del Tribunale di Monza, secondo cui la Guerra è responsabile di diffamazione aggravata. Tutto era nato nel 2013, quando la ragazza aveva scritto particolari affermazioni su Instagram.

Pubblicato da Giovanna Tedde Giovedì 15 marzo 2018

Condanne vip: Barbara Guerra, 6 mesi per diffamazione ai danni di Barbara D’Urso

Barbara Guerra condannata a 6 mesi per diffamazione aggravata ai danni di Barbara D’Urso. La 39enne ex ‘olgettina’ aveva insultato la conduttrice su Instagram, nel 2013, e ne era nata una battaglia legale ora conclusa con la sentenza del Tribunale di Monza. La Guerra dovrà anche procedere al risarcimento dei danni morali.

La sentenza conferma: ha diffamato Barbara D’Urso

Il Tribunale di Monza, chiamato a decidere sulla causa tra la Guerra e la D’Urso, ha deciso: l’ex ‘olgettina’, nota per la frequentazione alle presunte feste di Arcore (nella villa di Silvio Berlusconi), è stata condannata a 6 mesi.
Il reato contestato, di cui è stata ritenuta colpevole, è diffamazione aggravata. La vittima è la conduttrice Mediaset Barbara D’Urso, a cui dovrà risarcire i danni morali.

Il servizio di Domenica Live scatenò la discordia

I fatti risalgono al 2013, quando la Guerra affidò al suo profilo Instagram un durissimo sfogo contro la D’Urso. A urtare i nervi dell’ex ‘olgettina’ un servizio ironico di Domenica Live dedicato alle showgirls, in cui era presente anche il suo nome.
Una nota dell’entourage di Barbara D’urso ha dissolto eventuali dubbi sulla vicenda processuale: “È stata riconosciuta la valenza lesiva e assolutamente ingiustificata di quegli attacchi”.
La depubblicazione dei contenuti offensivi da parte della 39enne non fu comunque utile ad annullare il percorso della querela presentata dalla presentatrice.