Corinne Cléry shock: ‘Ho buttato mio figlio fuori di casa, non mi manca’

Le parole dell'attrice, ospite di Caterina Balivo a 'Vieni da me', hanno davvero lasciato il segno. Il pubblico non era a conoscenza di un simile retroscena nella sua vita privata.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 19 ottobre 2018

Corinne Cléry shock: ‘Ho buttato mio figlio fuori di casa, non mi manca’

Ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, Corinne Cléry è una donna diversa da come il pubblico è abituato a vederla. Parla del suo burrascoso rapporto con il figlio Alexandre, svelando un retroscena sconvolgente. Uno sfogo intriso di rabbia e rassegnazione, che sembra non dare adito a un percorso di recupero affettivo e relazionale.

Corinne Cléry: ‘Voleva essere mio padrone’

Figlio e padrone: così Corinne Cléry ha descritto Alexandre, il figlio da cui si è voluta allontanare perché fonte di sofferenza e tormento.

L’attrice francese ha deciso di alzare il sipario sulla sua vita privata, senza alcun filtro. Lo ha fatto ai microfoni del talk show Vieni da me, su Raiuno, svelando retroscena inaspettati.

Tra i due, il legame si sarebbe definitivamente interrotto circa due anni fa: “Fino a 30 anni abbiamo avuto un rapporto meraviglioso, ma i figli cambiano e due anni fa l’ho lasciato andare“.

Quando è morto mio marito Giuseppe, lui si è lasciato con la compagna ed è venuto ad abitare con me, quindi mi sono occupata di lui e delle mie nipoti“.  Fin qui il racconto di una madre forse dispiaciuta, certo, ma quello che emerge poco dopo lascia tutti di stucco.

La convivenza è andata bene finché sono andata a vivere in campagna. Voleva essere il mio padrone, voleva dirmi cosa fare, voleva controllarmi. Per colpa del nostro rapporto mi è addirittura venuta una malattia psicosomatica. Sono successe delle cose brutte e l’ho buttato fuori. Ora sono due anni che non ci sentiamo mai, neanche per i compleanni o per Natale. Mio figlio non mi manca”.

LEGGI ANCHE: Corinne Cléry si confessa: ‘Sono stata povera, non avevo da mangiare’