Daria Bignardi, la rivelazione shock: Ho avuto un tumore al seno

Nel presentare il suo ultimo libro, Daria Bignardi rivela di aver combattuto contro un tumore al seno, una battaglia che ha preferito tenere nascosta al pubblico. La direttrice di Rai3 ora confessa il lungo percorso che ha dovuto affrontare, e che ha metabolizzato anche grazie alle pagine del suo nuovo lavoro letterario.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Mercoledì 14 febbraio 2018

Daria Bignardi, la rivelazione shock: Ho avuto un tumore al seno
Ansa / foto

Daria Bignardi confessa di aver avuto un cancro al seno. La direttrice di Rai3 ha preferito, per lungo tempo, non parlare pubblicamente della sua malattia. Soltanto oggi, giorno del suo 57esimo compleanno, Daria Bignardi si trova a raccontare qualche dettaglio del percorso che ha affrontato – sempre a testa alta – negli scorsi anni. E lo fa nel corso di un’intervista dedicata all’uscita del suo ultimo libro, “Storia della mia ansia”. La protagonista Lea scopre infatti di avere un tumore al seno.

Daria Bignardi: “La chemio fa schifo, ma serve”

Intervistata da Vanity Fair, la direttrice di Rai3 Daria Bignardi rivela di aver avuto un tumore, scoperto “facendo una mammografia di controllo, appena terminata l’ultima stagione delle Invasioni Barbariche”. È accaduto poco prima che le arrivasse la proposta per dirigere l’emittente.

Per quanto riguarda il suo percorso nell’affrontare la malattia, la Bignardi confessa: “La chemioterapia fa schifo, ma serve. Curarsi o operarsi non è divertente. Non ho rimosso niente, ma ho elaborato tutto anche scrivendo questo libro”.

Proprio come rivelato qualche giorno fa da Nadia Toffa a Le Iene, anche Daria ha dovuto fare i conti con l’effetto collaterale più tipico delle cure contro il cancro. “(La parrucca, ndr) l’ho portata per diversi mesi. […] Poi andando avanti e indietro in continuazione tra Milano e Roma, a gestire ‘sta parrucca, a un tratto, non ce l’ho fatta più. Un bel giorno l’ho tolta dalla sera alla mattina e mi sono presentata a lavoro con i capelli corti e grigi che stavano ricrescendo sotto”.

Fino ad oggi, la Bignardi ha preferito non parlare del cancro: “Chi è ammalato considera la propria malattia il centro del mondo, ma anche se ho rispetto per chi sta soffrendo in questo momento, parlare pubblicamente della malattia in generale, o peggio ancora della mia, non mi interessa.

Per tanti motivi: un po’ per pudore, un po’ per paura della curiosità o della preoccupazione degli altri, un po’ perché quando guarisci volti pagina e non hai più voglia di parlarne ancora. Ho superato una malattia seria, ma al tempo stesso molto comune. Si ammalano milioni di donne, a cui va tutto il mio affetto”.