Demi Moore e il problema della droga: ‘Mi stavo autodistruggendo’

L'attrice ha avuto il coraggio di confessarsi, raccontando pubblicamente il momento più buio della sua vita. Demi Moore ha affrontato la tossicodipendenza ed è riuscita ad avere la meglio sui suoi demoni. Oggi è un esempio per chi sta ancora combattendo.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 30 ottobre 2018

Demi Moore e il problema della droga: ‘Mi stavo autodistruggendo’
Foto: Instagram

Demi Moore parla dei suoi problemi con la droga e di come sia riuscita a lottare contro la tossicodipendenza. L’attrice, con un gran gesto di coraggio, si racconta a cuore aperto entrando fin nei dettagli della sua difficile esperienza con l’utilizzo di sostanze stupefacenti. Inoltre, offre la sua disponibilità per aiutare tante altre persone che stanno ancora combattendo contro i problemi che Demi Moore si è ormai lasciata alle spalle.

Demi Moore: “Non valevo nulla”

Sono molto dure le parole che l’attrice ha utilizzato durante il discorso che ha tenuto nelle scorse ore, per un evento importante. Demi Moore è stata infatti nominata “donna dell’anno” dalla fondazione Peggy Albrecht Friendly House, che si occupa di aiutare le donne che vogliono intraprendere un percorso di disintossicazione. D’altronde l’ex moglie di Bruce Willis ha provato sulla propria pelle le difficoltà nel liberarsi della droga.

Per questo motivo ha accettato con onore il premio, e ha raccontato la sua esperienza: “Ci sono momenti nella nostra esistenza che determinano chi siamo e la direzione in cui procediamo. All’inizio della mia carriera stavo scivolando lungo un sentiero di vera autodistruzione. Non mi importava quanto successo avessi, non mi sentivo mai abbastanza soddisfatta, felice e in sintonia con me stessa. Per me non contavo e valevo nulla. Ero ad un punto di non ritorno ed avevo cominciato un percorso autodistruttivo molto rapido”.

Demi Moore, che 6 anni fa ha avuto un crollo emotivo dalle conseguenze davvero spiacevoli, può oggi guardare al futuro con il sorriso: “A un certo punto, senza sapere bene perché, forse per un intervento divino, due persone che conoscevo a malapena mi hanno preso in considerazione e mi hanno offerto un’opportunità. Mi hanno dato la possibilità di reindirizzare il corso della mia vita prima che distruggessi tutto. Mi sono confidata con una saggia insegnante sulla mia paura di non essere abbastanza brava. E lei mi ha detto: ‘Non sarai mai abbastanza brava ma puoi conoscere la misura del tuo valore. Metti giù il misurino'”.