È morto Burt Reynolds, l’attore di ‘Boogie Nights’ aveva 82 anni

L'attore è morto nelle ore scorse in ospedale, dove era stato ricoverato d'urgenza a causa di un attacco cardiaco. Burt Reynolds aveva 82 anni ed è ricordato per aver partecipato a grandi film come "Boogie Nights" e "Un tranquillo weekend di paura".

Pubblicato da Giulia Sbaffi Venerdì 7 settembre 2018

È morto Burt Reynolds, l’attore di ‘Boogie Nights’ aveva 82 anni
Foto: Ansa

Il mondo del cinema piange l’improvvisa scomparsa di Burt Reynolds, morto ad 82 anni a causa di un infarto. A darne notizia è stato il suo portavoce Jeffrey Lane. L’attore si è spento nelle scorse ore dopo essere stato ricoverato d’urgenza presso un ospedale della Florida, a seguito di un attacco cardiaco. Già da tempo l’uomo soffriva di problemi di cuore, tanto che nel 2010 si era sottoposto ad un intervento chirurgico.

Burt Reynolds, la carriera

Nato l’11 febbraio 1936, Burt Reynolds debutta in televisione alla fine degli anni ’50 e, poco dopo, esordisce anche al cinema. Il successo arriva con il film “Un tranquillo weekend di paura”, girato nel 1972. È in questo periodo che l’attore diventa uno dei sex symbol d’America, che lo porta a posare nudo per la rivista Cosmopolitan.

Nel corso degli anni, come rivela Cnn, Burt avrebbe rinunciato a molti ruoli importanti, come quello di James Bond e quello di Rocky. “Accettavo le parti più divertenti e non quelle più impegnative” – confessò l’attore in un’intervista. Nel 1997 viene candidato all’Oscar come miglior attore non protagonista per il film “Boogie Nights – L’altra Hollywood”.

Nel 2005 viene ingaggiato per il film di Peter Segal “L’altra sporca ultima meta”, remake della pellicola del 1974 intitolata “Quella sporca ultima meta” – in cui Burt Reynolds vestiva i panni del protagonista. Avrebbe dovuto partecipare al film di Quentin Tarantino “Once upon a time in Hollywood”, ma la sua morte è avvenuta un mese prima dell’inizio delle riprese.