È morto Christopher Lawford, attore di General Hospital ed erede dei Kennedy

Oltre ad essere un attore famoso, Christopher Lawford era noto nell'ambiente politico americano. Apparteneva inoltre alla famiglia Kennedy. Ieri l'uomo è morto improvvisamente a causa di un attacco cardiaco, aveva 63 anni.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Giovedì 6 settembre 2018

È morto Christopher Lawford, attore di General Hospital ed erede dei Kennedy
Foto: Twitter

Christopher Lawford è morto a 63 anni per un infarto. L’attore americano, noto per il suo ruolo nella longeva soap opera General Hospital, ha avuto un ruolo molto importante anche in politica. Era inoltre il nipote di John Fitzgerarld Kennedy, figlio della sorella del presidente americano. A dare notizia della morte di Christopher Lawford è stata sua cugina, con un commovente post su Twitter.

Christopher Lawford, la morte

Ieri si è spento Christopher Lawford, stroncato da un attacco cardiaco. L’uomo (63 anni), secondo il portale TMZ, si trovava in una palestra di yoga a Vancouver quando è stato colpito da un infarto. Inutili i soccorsi, si è solamente potuto accertare il decesso dell’attore. Al momento l’ipotesi più accreditata è quella della morte per cause naturali, ma si attendono i risultati delle indagini.

Christopher Lawford è stato un famoso attore americano. Ha lavorato in grandi produzioni come la soap opera General Hospital e il film Terminator 3. È stato anche promotore di diverse campagne contro l’alcolismo, e nel suo libro “Symptoms of Withdrawal” ha più volte parlato dei suoi problemi di dipendenza da narcotici, che ha combattuto quando era ragazzo.

Lawford è conosciuto anche in ambito politico: figlio di Patricia Kennedy (sorella del 35esimo presidente americano), ha lavorato per suo zio Ted Kennedy. A dare la notizia della sua morte è stata la cugina Kerry Kennedy. La donna ha scritto su Twitter: “Piangiamo la perdita di mio cugino Christopher Lawford, che riposi in pace”.