Ed Sheeran accusato di plagio, chiesti 100 milioni di dollari

Il cantante è finito di nuovo nei guai per una sua canzone del 2014, che secondo alcuni sarebbe un plagio. Ed Sheeran dovrà difendersi in tribunale dalle nuove accuse: all’artista sono stati chiesti 100 milioni di dollari di risarcimento.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Venerdì 29 giugno 2018

Ed Sheeran accusato di plagio, chiesti 100 milioni di dollari
Ansa / foto

Ed Sheeran è stato accusato ancora una volta di plagio per il suo brano “Thinking out loud”, pubblicato nel 2014. Il cantante dovrà presto presentarsi in tribunale per difendere la sua posizione, dopo essersi visto accusare di aver copiato una canzone del 1973 di Marvin Gaye, la bellissima “Let’s get it on”. L’idolo di tantissime ragazze in tutto il mondo dovrà provare che i due brani sono differenti.

Ed Sheeran accusato di plagio

La canzone “Thinking out loud”, grande successo di Ed Sheeran di quattro anni fa, è finita nel centro del mirino della Structured Asset Sales Llc, l’azienda statunitense che ha deciso di portare il cantante britannico davanti al giudice.

Secondo quanto riportato dal sito TMZ, la società accusa Ed Sheeran di aver copiato “Let’s get it on”, celebre brano di Marvin Gaye del 1973, di cui ha acquistato un terzo dei diritti d’autore. Al cantante sono stati chiesti 100 milioni di dollari come risarcimento.

Non è d’altronde la prima volta che Ed Sheeran viene accusato di plagio, sempre per la stessa canzone. Nel 2016 gli eredi di Ed Townsend, coautore del brano di Marvin Gaye, avevano intentato causa contro l’artista. Sempre nello stesso anno il cantante ha pagato una maxi multa di importo mai rivelato per un caso simile, questa volta nei riguardi del suo pezzo “Photograph”.