Elisa Isoardi e il fotomontaggio con Sandro Mayer, polemica sulla conduttrice

Il suo voleva essere un omaggio al celebre giornalista scomparso qualche giorno fa, ma non ha ottenuto il consenso del pubblico. Elisa Isoardi ha infatti pubblicato una foto che sembra essere ritoccata ad hoc per mostrare lei e Sandro Mayer vicini.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 3 dicembre 2018

Elisa Isoardi e il fotomontaggio con Sandro Mayer, polemica sulla conduttrice
Foto: Instagram

Elisa Isoardi ha deciso di ricordare Sandro Mayer con una foto pubblicata sul suo profilo Instagram, ma ha scatenato il caos. La conduttrice de La prova del cuoco, che conosceva bene il giornalista, aveva già mostrato il suo dolore davanti alle telecamere, nel corso della puntata di venerdì del cooking show. Ma nelle scorse ore Elisa Isoardi ha voluto aggiungere un omaggio sui social, e ha commesso una gaffe che l’ha portata al centro della polemica.

Elisa Isoardi, fotomontaggio con Sandro Mayer

View this post on Instagram

Ciao Sandro, mancherai tantissimo ❤️

A post shared by Elisa Isoardi (@elisaisoardi) on

La scorsa settimana l’ex direttore di DiPiù Sandro Mayer si è spento all’età di 77 anni, a quanto pare a causa di un’infezione. La morte del giornalista ha scosso il mondo dello spettacolo: decine di messaggi di cordoglio sono stati pubblicati sui social, tra cui anche quello di Elisa Isoardi. Quest’ultimo, però, ha suscitato parecchio scalpore.

La conduttrice ha infatti condiviso una sua foto che la ritrae al fianco di Sandro Mayer, corredata di didascalia: “Ciao Sandro, mancherai tantissimo”. A molti, però, è sembrato un fotomontaggio. Elisa ha giocato con Photoshop per avere un ricordo del giornalista che la faccia sentire al centro dell’attenzione? Questa è una delle accuse piovute sul suo capo nelle ultime ore.

Anche Selvaggia Lucarelli ha commentato la gaffe della Isoardi: “La Isoardi che celebra il povero Mayer (con cui evidentemente non possiede una foto) tirando fuori un bel fotomontaggio, è il livello più alto di egocentrismo mai registrato nelle galassie vicine e lontane. Una foto di lui da solo pareva brutta. A ‘sto punto chissà se era vera la foto col ministro in accappatoio o se era fatta con paint pure quella”.