Fabrizio Corona, Don Mazzi lo difende: Lo hanno rovinato con la galera

Pochi giorni fa Fabrizio Corona è tornato in libertà, con l’obbligo di sottoporsi ad un percorso di disintossicazione dalla cocaina. Don Mazzi, che ha conosciuto il fotografo durante un suo precedente affidamento in comunità, lo difende davanti alle telecamere di Mattino Cinque.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 26 febbraio 2018

Fabrizio Corona, Don Mazzi lo difende: Lo hanno rovinato con la galera

Don Mazzi prende le difese di Fabrizio Corona, affermando che il carcere lo ha rovinato. L’ex re dei paparazzi è uscito da San Vittore pochi giorni fa, grazie all’accoglimento di un’istanza che lo obbliga a rimanere in casa, ad eccezione che per recarsi agli incontri in una comunità del milanese. Qui Fabrizio Corona dovrà seguire un percorso per disintossicarsi dalla cocaina. Don Mazzi, che ha conosciuto il fotografo alcuni anni fa, ha rilasciato alcune dichiarazioni in cui si schiera apertamente dalla parte di Corona.

Don Mazzi: “È stato vergognoso come l’hanno giudicato”

Fabrizio Corona è stato scarcerato e affidato in prova ad una comunità della provincia di Milano. Non è la prima volta che un giudice adotta un provvedimento di questo tipo, nei suoi confronti. Corona è stato infatti, alcuni anni fa, affidato presso la comunità Exodus gestita da Don Mazzi.

È qui che i due si sono conosciuti, e oggi Don Mazzi non esita a pronunciarsi in difesa di Fabrizio. Intervistato durante la puntata odierna di Mattino Cinque, rivela: “Corona l’hanno rovinato mettendolo in galera. Dentro ha una sofferenza che non riesce a tirar fuori. L’ho seguito per molto tempo e ho sperato, invece me l’ha fatta”.

Don Mazzi sarebbe anche disposto a riaccoglierlo presso la sua comunità, a patto che questa volta segua le sue indicazioni. “È stato vergognoso il modo in cui è stato giudicato l’uomo e le pene che gli hanno dato sono vergognose, non fanno parte della giustizia, fanno parte di qualcos’altro che non so ben definire” – prosegue Don Mazzi.

E ancora: “Se lui sta fuori e gli rimane dentro questo astio, questa paura, purtroppo può sbagliare ancora e questo mi dispiace. Ha un figlio che ha bisogno di un padre, se facesse il padre potrebbe salvare il figlio e se stesso”.

Vedi anche: