Fabrizio Frizzi, la verità sulla malattia

I retroscena inediti sullo stato di salute del conduttore scomparso pochi giorni fa sono stati svelati da Alfonso Signorini, intervenuto ai microfoni della trasmissione Matrix. Ne è emerso un resoconto drammatico, di cui il pubblico ignorava l'esistenza.

Pubblicato da Giovanna Tedde Giovedì 29 marzo 2018

Fabrizio Frizzi, la verità sulla malattia
Foto / ansa

La verità sulla malattia di Fabrizio Frizzi è emersa nel corso dell’ultima puntata di Matrix, attraverso le parole di Alfonso Signorini. Il pubblico non avrebbe mai immaginato che, dietro il sorriso buono del conduttore, tornato al timone de L’Eredità dopo il malore di ottobre, si celasse il dolore per una battaglia silenziosa contro una patologia gravissima.

Le parole di Alfonso Signorini su Frizzi

“Lui sapeva che non aveva scampo. E questo è molto importante da sottolineare, perché quando ha avuto quella ischemia che l’ha portato al ricovero immediato all’ospedale, ad ottobre, dagli esami di questa ischemia è risultato che aveva dei tumori diffusissimi che erano inoperabili”.
Esordisce così Signorini, ai microfoni di Matrix, e il suo è un intervento che lascia senza parole e apre a nuove riflessioni, inedite per il pubblico che non aveva intuito il vero tenore di quanto stava accadendo in questi mesi.
Fabrizio Frizzi sapeva perfettamente di avere i giorni contati, dopo il malore che lo aveva colto negli studi de L’Eredità a ottobre: “Questa cosa è stata messa al corrente non soltanto della famiglia ma anche di lui. E Fabrizio a quel punto era a un bivio: o rimanere a casa e aspettare il momento oppure andare in televisione a fare il suo lavoro”.
Una scelta coraggiosa, che lo ha tenuto attaccato alla sua voglia di vivere sino alla fine, sino a quando la sua vita è stata stroncata da un’emorragia cerebrale.