Fabrizio Moro racconta il suo difficile passato: Abusavo di alcool e droghe

Fabrizio Moro, vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo assieme a Ermal Meta, si confessa a cuore aperto. Il cantante ha avuto un passato difficile, segnato dall’abuso di alcool e droghe sin dall’adolescenza. Ecco che cosa lo ha spinto a cambiare vita.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 19 febbraio 2018

Fabrizio Moro rivela di aver sofferto per abuso di alcool e droghe, e racconta il suo percorso verso la disintossicazione. Il cantante, che solo la scorsa settimana ha festeggiato la vittoria al Festival di Sanremo 2018 assieme a Ermal Meta con il brano “Non mi avete fatto niente”, torna a parlare di alcuni episodi del suo passato. Fabrizio Moro ha infatti avuto problemi con alcool e sostanze stupefacenti, ma è riuscito a trovare la forza per uscire dal tunnel della dipendenza.

Fabrizio Moro: “Ho smesso per paura di morire”

Questa volta Fabrizio Moro non nasconde nulla, del suo periodo più difficile. Il cantante già in passato aveva rivelato di aver avuto problemi di droga, ma mai come adesso si è raccontato a cuore aperto. Ha deciso di farlo con un’intervista rilasciata al settimanale DiPiù, in cui svela di essere entrato a contatto con sostanze stupefacenti in giovane età.

“Per anni ho abusato di alcool e droghe. Ho iniziato a 18 anni: con gli amici andavo in discoteca e prendevo pasticche, tipo l’ecstasy, per sballare. E l’alcool scorreva a fiumi. Poi a 27 anni ho smesso” – racconta Fabrizio Moro. La sua decisione è arrivata fulminea, a causa della sua terribile paura di morire.

“Io sono un vigliacco, ho il terrore della morte. A un certo punto ho iniziato a stare male, mi sentivo debole. Sono andato a fare le analisi del sangue. E i risultati mi hanno spaventato” – confessa il cantante, che si è scoperto ipocondriaco.

E così ha iniziato il suo percorso di disintossicazione, ma altri problemi sono sorti a causa della sua fobia per le malattie: “Non uscivo più di casa se non ero sicuro di andare in un luogo con vicino un ospedale. E pure con le donne avevo problemi. Per paura delle malattie, non volevo più fare l’amore. Ho rinunciato al sesso per un bel po’”.