Flavio Insinna offende un concorrente a L’Eredità? Le polemiche sul web

Ancora polemiche sul conduttore de L'Eredità, che già negli anni passati era finito nella bufera per aver insultato una concorrente durante un fuori onda. Stavolta ha pronunciato delle frasi che molti telespettatori hanno considerato offensive nei confronti del ragazzo che stava giocando.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Mercoledì 7 novembre 2018

Flavio Insinna offende un concorrente a L’Eredità? Le polemiche sul web

Flavio Insinna ci ricade e offende un concorrente in diretta tv, a L’Eredità. O almeno questo è ciò che pensano molti telespettatori, che hanno assistito all’ultima puntata del game show di Rai1. Il conduttore televisivo, che è stato scelto per guidare la nuova edizione de L’Eredità dopo la tragica scomparsa di Fabrizio Frizzi, si è ritrovato sin da subito sotto la lente d’ingrandimento. Nelle scorse ore, Flavio Insinna si è lasciato andare ad un’esclamazione che non è piaciuta.

Flavio Insinna insulta un concorrente?

La scorsa puntata de L’Eredità ha visto un giovane concorrente cadere su una domanda considerata piuttosto banale. Francesco, questo il nome del ragazzo che stava giocando, doveva fare un calcolo matematico di livello abbastanza semplice: 995,5 x 2. La risposta esatta era 1991, ma il concorrente non ha saputo rispondere correttamente.

Flavio Insinna, palesemente in imbarazzo per l’accaduto, se n’è uscito con una frase e con un tono da molti considerati offensivi nei confronti di Francesco: il conduttore ha infatti detto che anche lui sarebbe riuscito a fare un’operazione così semplice.

Forse l’indignazione del pubblico deriva anche dai precedenti di Flavio Insinna. Tutti ricordano il fuori onda trasmesso da Striscia la Notizia, in cui il presentatore offendeva pesantemente una concorrente di Affari Tuoi, cosa che gli è costata l’allontanamento dalla Rai.

Ora in molti inneggiano al ritorno di Carlo Conti al timone de L’Eredità, ritenendolo un candidato molto più adatto per sostituire il compianto Fabrizio Frizzi. Quale sarà la decisione dell’emittente?