Forum, parla l’ex giudice Foti: ‘Mediaset mi ha cacciato in 5 minuti’

Dopo le recenti cronache che hanno travolto l'ex volto noto della trasmissione, arriva la dichiarazione con cui Foti sottolinea di non essere indagato ed essere stato estromesso comunque dal format nel giro di pochi minuti.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 12 febbraio 2019

Forum, parla l’ex giudice Foti: ‘Mediaset mi ha cacciato in 5 minuti’

Francesco Foti, ex giudice arbitro di Forum, ha deciso di rompere il silenzio sulla sua estromissione dal format. Lo ha fatto ai microfoni di Adnkronos, per ricalcare la sua posizione rispetto alla valanga di accuse piovutegli addosso pochi giorni fa dopo la notizia di una intercettazione ambientale che lo riguarda.

Forum: parla Francesco Foti

Mediaset lo avrebbe sospeso da Forum “in 5 minuti”. Lo sostiene con forza Francesco Foti, estromesso dal celebre format televisivo che, per lungo tempo, lo ha visto nelle vesti di giudice arbitro.

Tutto è dovuto a una intercettazione ambientale in cui Foti parlava con Mariolino Leonardi, noto civilista finito in manette nell’ambito di una inchiesta della Procura di Catania su attività di riciclaggio e bancarotta.

Quella mattina me lo hanno detto così, in cinque minuti. Comunque a Forum ragionano così, e io non voglio entrare nel merito. Io non sono nemmeno indagato in quell’inchiesta eppure sono stato sbattuto con tanto di foto su tutti i giornali d’Italia, come un mostro, un delinquente“.

Foti ha ribadito la sua totale estraneità alla vicenda cui è stato accostato: “Sono talmente estraneo ai fatti che il giudice ha ritenuto di non nominarmi mai nell’ordinanza, di non rinviarmi a giudizio, di non indagarmi. Forum mi ha sospeso, la mia immagine pubblica e privata è compromessa e non si può fare niente. Tutto questo solo perché ero noto e facevo il giudice a Forum. Allora nella vita bisogna fare il barbone così nessuno ti viene a stuzzicare?“.

E sul rapporto con Leonardi ha voluto precisare: “Io Mariolino Leonardi non lo conosco, l’ho incontrato per caso perché un mio ex praticante, Leonardo Ferlito, mi aveva chiesto la cortesia di andare a pranzo con lui per fare bella figura. ‘Così gli faccio vedere chi è il mio maestro’, mi aveva detto. E io sinceramente non ci ho trovato niente di male (…). La Guardia di Finanza ha ritenuto che io parlassi con questo Leonardi di costituire banche all’estero (…). Se avessi bisogno di una banca la chiederei a uno sconosciuto?“.