Franca Leosini: gif, meme e frasi cult della conduttrice di Storie maledette

Franca Leosini, la celebre conduttrice del programma cult 'Storie maledette' calcherà questa sera il palco del festival di Sanremo. Giornalista, conduttrice e icona gay, Franca Leosini è celebre soprattutto sui social dove la sua schiera di fan appassionati, i 'leosiners' si scatenano sul web a colpi di meme e gif, dove a fare da protagonista sono le frasi e le metafore cult tipiche dell'inimitabile stile comunicativo della giornalista

Pubblicato da Giulia Martensini Mercoledì 7 febbraio 2018

Franca Leosini: gif, meme e frasi cult della conduttrice di Storie maledette
Franca Leosini / ansa

Franca Leosini, la popolare giornalista e conduttrice di “Storie maledette” calcherà questa sera il palco dell’Ariston durante la seconda serata del festival di Sanremo. E’ stata la stessa giornalista a darne notizia sul suo profilo facebook da migliaia di appassionati leosiners che la seguono costantemente sui social. Ancora nulla è trapelato su cosa farà sul palco con il direttore di Sanremo Claudio Baglioni, per adesso ha solo dichiarato che per lei sarà “un privilegio” partecipare alla kermesse canora. In un periodo all’insegna dei diritti delle donne, Claudio Baglioni invita sul palco una delle donne e giornaliste più apprezzate del panorama televisivo italiano.

Oggi e sempre A MUSO DURO

Pubblicato da Uccidere il proprio partner solo per essere intervistati da Franca Leosini su Martedì 9 febbraio 2016

Miei cari amici,considerato l’affetto con cui mi siete vicini, sono certa che abbiate notato come io sia raramente...

Pubblicato da Storie Maledette su Martedì 6 febbraio 2018

Franca Leosini, tra leosiners e metafore cult

Franca Leosini, personaggio di culto e icona gay è la regina indiscussa della cronaca nera nonchè personaggio seguitissimo sui social dove le sue metafore improbabili e il suo stile unico di conduzione e dialettica hanno reso il suo programma “Storie Maledette” in onda sui rai Tre quasi un cult per i social addicted.
La sua folta schiera di seguaci, i leosiners, attendono con ansia l’appuntamento settimanale di “Storie maledette” per seguire le gesta della conduttrice napoletana e scatenarsi sui social commentando la dialettica della Leosini, le cui metafore e iperboli sono diventate già un cult.
leosini
Da “Pestava la vittima come una cotoletta“ a “Legare una persona come una salsiccia cosa ha a che fare con sesso?” passando per “Come funziona una coppia lo sanno solo lui, lei e qualche volta lo spazzolino da denti” sono solo alcuni esempi di celebri metafore passate nella storia della televisione, il tutto mentre intervista efferati omicida nelle sue “garbate interviste choc”.

😂🍍🍆🍎🍋🍊🍏😂

Pubblicato da Uccidere il proprio partner solo per essere intervistati da Franca Leosini su Giovedì 4 gennaio 2018

Franca Leosini e le interviste cult di “Storie maledette”

dito biricchino
Franca Leosini si contraddistingue per il suo stile elegante e professionale, quasi da signora d’altri tempi, unito ad un’ironia pungente e ad uno stile comunicativo unico nel suo genere che l’hanno resa uno dei personaggi più apprezzati da pubblico, followers e colleghi.
non lo ricorda
Regina della cronaca nera, grazie alla sua capacità di non apparire mai banale, e di saper raccontare le storie più drammatiche senza scadere nello straziante o nello strappalacrime, Franca Leosini è un’icona inimitabile che ha fatto del giornalismo la sua vita.

Franca Leosini, lo stile inimitabile della conduttrice di “Storie maledette”

Personaggio iconico del mondo del giornalismo, Franca Leosini ha iniziato la sua carriera giovanissima, intervistando, a soli 23 anni, lo scrittore Leonardo Sciascia. In seguito fu autrice della trasmissione “Telefono Giallo” e direttrice della rivista “Cosmopolitan” prima di approdare ufficialmente alla cronaca nera, genere che le ha consegnato la celebrità. Franca Leosini ha creato un nuovo modo di fare cronaca nera: le sue interviste nella trasmissione “Storie maledette” non si limitano ai fatti , ma cercano di andare oltre, analizzando le ragioni e la psicologia dietro il mero fatto violento.
Solo lei è in grado di fare tutto questo e infilarci anche battute e metafore improbabili, con frasi come “aveva approcci gioiosamente sporcaccioni con queste ragazze?”, oppure “Il cervello non è una polpetta piazzata al centro della testa”.
leosini 2

Franca Leosini, grazie alle sue metafore argute, riesce a bilanciare con eccezionale maestria la crudezza di ciò che sta raccontando, addentrandosi senza paura nel mondo violento della cronaca nera, raccontandoci una storia che merita di essere ascoltata.

ci manca

Pubblicato da Uccidere il proprio partner solo per essere intervistati da Franca Leosini su Domenica 14 dicembre 2014