GF 15, Stefania Pezzopane rivela: ‘Non ci si può vergognare di amare’

Ieri sera, alla finale del Grande Fratello 15, abbiamo assistito al romantico incontro tra Simone Coccia e la sua fidanzata Stefania Pezzopane, che lo attendeva in studio. L’onorevole del PD si è lanciata in una stupenda dichiarazione d’amore davanti alle telecamere.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Martedì 5 giugno 2018

GF 15, Stefania Pezzopane rivela: ‘Non ci si può vergognare di amare’

Il Grande Fratello 15 ha chiuso i battenti, non prima di aver decretato il vincitore di questa movimentata edizione. Il primo ad essere eliminato durante la puntata finale è stato Simone Coccia Colaiuta, che si è aggiudicato quindi il quinto posto. L’ex spogliarellista, entrato nello studio del Grande Fratello 15, ha ricevuto una splendida sorpresa: la sua compagna Stefania Pezzopane lo stava aspettando, e gli ha dedicato una splendida dichiarazione d’amore.

Simone Coccia, l’incontro con Stefania Pezzopane

È giunta al termine l’esperienza di Simone all’interno del GF 15: ieri, nel corso della puntata finale, è stato il primo eliminato della serata. Il concorrente, lasciata la casa, come da tradizione è entrato nello studio di Canale 5, dove ad attenderlo ha trovato la sua compagna, l’onorevole Stefania Pezzopane.

Il loro primo incontro è stato emozionante: la donna, a cui Simone è legato da 4 anni, si è lanciata subito in una sfilza di complimenti. “Mai nella mia vita avrei immaginato di stare qui” – ha esordito la Pezzopane, che qualche settimana fa è stata la prima politica ad entrare nella casa del Grande Fratello.

“Ma io sono innamorata di Simone e sono venuta a riprenderlo. Penso che tu abbia vinto, non il GF, che vincerà qualcun altro, ma hai vinto perché sei arrivato qui e la tua scommessa te la sei giocata tutta”. E poi è arrivata una vera e propria dichiarazione d’amore, che ha lasciato tutti senza fiato.

“Ho pensato tanto in queste settimane, ho sentito tanta ostilità. Io penso sia una missione combattere l’ostilità, il rancore e l’odio. Non ci si può vergognare di amare, ci si deve vergognare di odiare. È l’odio che è una vergogna. Io non mi sono mai vergognata di amare Simone e combatto ogni giorno per lui e per dimostrare qualcosa che, in realtà, non avrebbe bisogno di essere dimostrato”.