Gianfranco D’Angelo accende la polemica: ‘Duemila euro di pensione sono troppo pochi’

L'attore comico, 82 anni, torna a parlare della sua pensione. Alcune dichiarazioni rilasciate nelle scorse settimane avevano infatti sollevato un polverone sui social. Gianfranco D'Angelo ha cercato dunque di chiarire la situazione.

Pubblicato da Giulia Sbaffi Lunedì 22 ottobre 2018

Gianfranco D’Angelo accende la polemica: ‘Duemila euro di pensione sono troppo pochi’

Non si stempera la bufera sulle pensioni delle star: dopo l’intervento di ieri di Gianfranco D’Angelo, la polemica è tornata ad impazzare sui social. L’attore comico è stato ospite della scorsa puntata di Domenica Live per chiarire la sua vicenda. Nelle ultime settimane aveva infatti confessato di non riuscire a farsi bastare la sua pensione da 2000€ al mese. Nel salottino di Barbara D’Urso, l’attore ha cercato di spiegare nuovamente il suo punto di vista.

Gianfranco D’Angelo e i 2000€ di pensione

Di nuovo a Domenica Live, il comico 82enne è tornato a parlare di un argomento che gli sta molto a cuore. “Io lavoro da quando avevo 15 anni. Ho fatto tutti i lavori. Ho venduto i giornali alla stazione Termini di Roma, ho raccolto la frutta nei campi. Ho continuato a lavorare sempre con il sorriso e non mi sono mai lamentato. Figuriamoci se mi posso lamentare adesso.

Ciascuno ha le sue esigenze. Uno deve mantenere la sua immagine, deve comunque spendere dei soldi che comunque potrebbero non bastare. Io mi sono lamentato rispetto a chi ha lavorato forse meno di me e prende una pensione di 6000 euro”.

Con queste parole, Gianfranco D’Angelo ha riattizzato la polemica sulle pensioni delle celebrità, a volte molto basse. In passato, anche artisti del calibro di Alvaro Vitali, Corinne Clery, Barbara Bouchet e Orietta Berti avevano parlato delle loro difficoltà economiche.

L’attore comico è stato attaccato da Karina Cascella: “Gli artisti che hanno avuto la fortuna di fare un bel lavoro e mettere i soldi da parte, si adegueranno a un altro tenore di vita”. Immediata la risposta di Gianfranco: “Mi spiace, ma se diventi un personaggio pubblico, hai altre esigenze”.