Giovanni Ciacci risponde a Zazzaroni: ‘Ballare è libertà, lasciamo stare i ruoli’

Prosegue sul web la polemica sull’esibizione di Giovanni Ciacci a Ballando con le stelle 2018 e sulla decisione di Ivan Zazzaroni di astenersi dal valutare la performance. Lo stylist di Detto Fatto esprime serenamente il suo parere, spiegando come lui abbia solo voglia di ballare.

da , il

    Giovanni Ciacci risponde a Zazzaroni: ‘Ballare è libertà, lasciamo stare i ruoli’

    Giovanni Ciacci risponde ad Ivan Zazzaroni, che la scorsa puntata di Ballando con le stelle 2018 si è rifiutato di valutare la sua esibizione. Quest’anno il programma di Rai1 condotto da Milly Carlucci ci ha regalato una sorpresa: per la prima volta due ballerini di sesso maschile – Giovanni Ciacci e l’insegnante Raimondo Todaro – si esibiscono insieme. Questa decisione ha suscitato grande clamore, ma ancor più scalpore hanno fatto le parole di Ivan Zazzaroni, giurato di Ballando con le stelle, durante l’ultima puntata. Ecco la risposta dello stylist.

    Giovanni Ciacci, la risposta a Ivan Zazzaroni

    L’esibizione di Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro, durante la scorsa puntata di Ballando con le stelle 2018, non è stata valutata da Ivan Zazzaroni. Il giurato ha infatti dichiarato di non poter esprimere il proprio giudizio, dando il via ad una polemica che lo ha raggiunto sui social.

    In molti lo hanno accusato di omofobia, tanto che Zazzaroni ha deciso di motivare la sua decisione su Twitter, affermando di essere pronto a dare il suo voto nel momento in cui Giovanni Ciacci ballerà veramente in coppia. Alcune ore fa il concorrente di Ballando con le stelle ha espresso il suo parere sulla questione.

    Nel corso della puntata di ieri di Detto Fatto, dove Ciacci tiene una rubrica dedicata ai consigli sul look, lo stylist ha dichiarato: “Non condivido quello che ha detto Zazzaroni. Ma ho fatto della mia vita una scelta di tolleranza e

    libertà. Non condividendo quello che ha detto, accetto quello che dice perché ognuno è libero di esprimersi come vuole.

    Io sono in pista a Ballando con le stelle perché voglio dimostrare che il

    ballo è libertà, non voglio stare legato a niente. Accetto quello che dice Ivan, non lo condivido ma ne prendo atto. I ruoli non sono definiti perché siamo una coppia di due uomini che ballano, che sta facendo spettacolo. Quello che voglio proporre io è una interscambiabilità di ruoli. E ci sarà”.

    Giovanni Ciacci ha intenzione di abbattere questa barriera secondo la quale, nel ballo come nella vita, è importante aver assegnato un ruolo ben preciso. “Chi fa che cosa? Ma che importanza può avere nel 2018?! I ruoli li lasciamo stare. Bisogna smettere di dare i ruoli. I ruoli non ci devono essere più, almeno per quello che riguarda la mia esibizione nel ballo. Mi dispiace quando una persona viene attaccata, ma deve essere cosciente

    di quello che dice e prendersi il peso delle sue parole”.

    E poi il concorrente conclude: “Io sono in pista per ballare come Giovanni Ciacci, non rappresento e non voglio rappresentare nessuno. Non voglio la politica nel ballo. Ballando è un programma per famiglie, voglio ballare per me e per tutti”.

    Ballando con le stelle 2018, le foto del cast ufficiale